Costume Marco Coretti Costume Fedora indossato da Paola Quattrini
da sin: Costume Marco Coretti | Costume Fedora indossato da Paola Quattrini

É notizia fresca che nel contesto del Berlino Shorts Film Festival 2021, vince l’Italia nella sezione “Migliore costume” con il designer italiano Marco Coretti, al suo primo esordio nel mondo del cinema.

Dichiara Marco Coretti: «È stata un’esperienza unica e inaspettata: spero sia l’inizio di una lunga serie di occasioni per far conoscere la mia arte, cimentandomi in questo nuovo (per me) “settore dell’ottava musa» 

Marco Coretti Foto di Gianmarco Chieregato
Marco Coretti – Foto di Gianmarco Chieregato

Una vittoria importante in un tempo storico in cui l’Italia e il settore della moda e dello spettacolo stanno attraversando un momento di forte crisi.

Il miglior costume premiato è quello di Fedora, magistralmente interpretata dall’attrice pluripremiata Paola Quattrini per la regia di Andrea Marrari.

Un abito realizzato con piume di cristallo a simboleggiare la fragilità del successo. «Più che un abito è per me una scultura che rientra nel concetto più alto dell’haute couture, proprio come la protagonista Fedora è incarnazione di una donna di successo che, senza la sua corazza, torna ad essere una donna comune, con fragilità, gioie e dolori».

L’abito, afferma Coretti «É come una scintilla di luce che dura un istante, illumina molto e muore come tutte le cose effimere».

Marco Coretti, promessa dell’alta moda italiana, vince a Berlino un premio così prestigioso in una categoria per lui inedita e inesplorata. Fino ad oggi, infatti, si è occupato di design, alta moda e lusso ottenendo riconoscimenti internazionali tra cui i Premi della critica a Roma e il The Best in The World a Parigi.

Conosciuto e apprezzato dalle più importanti testate giornalistiche mondiali, ancora incredulo di questa vittoria, dedica questo traguardo importante (che vorrebbe fosse una grande ripartenza) al comparto della moda italiana, da sempre sinonimo di eccellenza nel mondo.

Dichiara: «Questa è per me un’importante scintilla di rinascita; solo la creatività, in momenti come questi, può restituire la speranza e la fiducia in quelle forme di eccellente artigianato che all’estero viene riconosciuto sotto il nome di “Italian Sounding».