Fonte Acqua Sulfurea 3m - Sport Kurhotel Bad Moos
Fonte Acqua Sulfurea 3m Sport Kurhotel Bad Moos

VAL FISCALINA in provincia di Bolzano in Trentino Alto Adige.

Una lunga tradizione altoatesina che inizia con i Bagni di Moso nel 1765 e vede un hotel recentemente ristrutturato in perfetta armonia con l’ambiente esterno, contraddistinto dalla presenza di una sorgente d’acqua sulfurea che ne fa meta privilegiata per cure termali e soggiorni di benessere. È lo Sport & Kurhotel Bad Moos di Sesto, in Val Fiscalina


Lo Sport & Kurhotel Bad Moos è un hotel di lunga tradizione altoatesina e la sua storia è intrinsecamente legata al territorio e soprattutto alla sorgente d’acqua sulfurea, a cui l’hotel deve il suo nome. La storia dei Bagni di Moso inizia nel 1765, ma le sorgenti sono note sin dal 1650. Dalla piccola capanna che si trova nel retro dell’albergo, vicino alla cappella, si può vedere scorrere ormai da secoli l’acqua sulfurea della sorgente. 
Nel secolo XIX, all’epoca dell’Impero Asburgico, fu costruito uno stabilimento di legno per i bagni, sostituito in seguito da una costruzione in pietra. In questo periodo la struttura balneare era frequentata soprattutto dalle donne, si riteneva infatti che la fonte sulfurea producesse benefici effetti sulla fertilità.   All’inizio del XX secolo all’interno di un imponente nuovo stabilimento si potevano effettuare bagni e cure utilizzando l’acqua di tre diverse sorgenti: la sorgente sulfurea, ancor oggi in uso e riconosciuta come sorgente minerale, la sorgente Augenquelle, acqua per gli occhi, e la sorgente Magenwasser, acqua per lo stomaco. Purtroppo di quest’ultime due non si ha oggi più traccia.  Da qui prende il via anche la storia di uno degli alberghi di maggiore tradizione dell’Alta Val Pusteria: lo Sport & Kurhotel Bad Moos. L’hotel apre nel dicembre 1971 per opera di Erwin Lanzinger, un imprenditore che ha ricoperto e ricopre numerose cariche nel mondo dell’ospitalità turistica altoatesina, proprio grazie alla sua visione innovativa e sempre orientata al futuro. 

È proprio questo voler stare al passo con i tempi che ha portato l’hotel a continui restyling nel corso degli anni. Nel1996 si ha il primo grande cambiamento: viene portato a termine un rinnovo completo di tutte le camereampliandole e migliorandone decisamente il comfort. L’hotel raggiunge il livello di un ottimo 4 stelle di montagna con 48 camere in tutto. Due anni dopo, nel 1998 viene rinnovato completamente uno stabile adiacente all’hotel, è l’attuale Residence Bad Moos, una struttura con 25 camere luminose e confortevoli, adatte soprattutto alle famiglie che possono godere di stanze separate collegate e dell’angolo cucina. Il Residence direttamente collegato con l’hotel permette in ogni caso anche l’utilizzo dei servizi dello Sport & Kurhotel Bad Moos. Nel 2000 viene acquistata la Dependance Mühlenhof, situata proprio di fronte all’albergo. La struttura a 3 stelle offre 16 confortevoli camere doppie e due appartamenti e comprende anche un ristorante indipendente.  Nel dicembre 2005 un altro grande investimento, questa volta per il rifacimento completo della SPA. Nasce così la nuova oasi del benessere con annesso centro termale curativo Medical SPA Bad Moos, un centro tra i più qualificati dell’Alto Adige, realizzata con l’utilizzo di materiali principalmente naturali, pietra e legno.  Sono sempre gli architetti Hugo Julius e Hanspeter Demetz, che già avevano seguito i lavori della SPA, ad occuparsi dell’ultimo, per ora, grande restyling che ha interessato l’hotel nel 2010 facendogli ottenere la categoria di 4 stelle Superior. 

Ambienti più ampi e luminosi, più spaziosi e ariosi, grazie alle grandi vetrate che danno la sensazione di essere un tutt’uno con le maestose montagne che circondano il complesso. Alla vista spiccano i colori: grigio, verde salvia e rosso bordeaux predominano la scena, mentre le mani accarezzano il tradizionale loden altoatesino e si soffermano sugli intarsi in leder (cuoio) nero. Morbida moquette a terra e lampadari enormi in alto, ovunque dettagli di pregio che impreziosiscono l’ambiente. Tra tutti i materiali è il legno quello che più si fa notare, all’interno e all’esterno, con il rivestimento ligneo delle facciate e le grandi e possenti travi in larice che sembrano sostenere l’ultimo piano come fosse un fienile.  Aria di nuovo anche nella sala ristorante, elegante e raffinata grazie al rivestimento ligneo alle pareti e al soffitto, resa più luminosa e ampia dalla veranda in vetro.   Le camere al primo e al secondo piano sono state tutte ampliate, il terzo piano è stato completamente ricostruito con 15 nuovissime camere spaziose, arredate in stile alpino, con legno o moquette, tutte provviste di balcone, riscaldate, oltre che dal riscaldamento a pavimento, dalla tipica stufa di montagna. Infine il quarto pianodi 270 metri quadrati, completamente nuovo, ospita 4 eleganti Suite mansardate Bad Moos di 50 mq con caminetto, bagno con vasca idromassaggio, doccia e doppio lavandino.  Nella SPA Bad Moos è stata realizzata una vasca d’acqua sulfurea a 6° che permette il raffreddamento del corpo dopo la sauna. Prima vengono immerse le braccia per pochi secondi, ripetendo il gesto per almeno tre volte, per poi procedere con l’immersione di tutto il corpo nell’acqua sulfurea, attraverso un percorso di due metri che permette il raffreddamento graduale.

360° Virtual Tour
Un nuovo servizio è a disposizione nel sito dello Sport & Kurhotel Bad Moos: si chiama “360° Virtual Tour” e permette di fare una panoramica sui vari ambienti dell’hotel. Dalla hall alla sala ristorante, dalle suite alla SPA, tutto lo splendore del Bad Moos è a portata di click!
(http://bad-moos-sexten.s1.moving-pictures.biz/?sprache=it&;idt=1374674846)

 

Info: Sport & Kurhotel Bad Moos****S,

via Val Fiscalina 27, Sesto Moso (BZ)

 tel. 0474.713100 www.badmoos.it