dieta anti-influenza
Dieta Anti Influenza

“PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE”

Non è ancora passato del tutto il periodo da contagio influenzale mentre sono ancora alti i picchi dei sintomi da raffreddore e tosse ancora in agguato. Per questo è importante rafforzare le nostre naturali difese e dare all’organismo più energia per recuperare gli stati di debolezza che ci ritroviamo dopo cure di antibiotici od altro se invece l’influenza l’abbiamo già fatta. Sappiamo che un’alimentazione variata, sana ed equilibrata assieme ad uno stile di vita il più possibile attivo può essere una grande alleata per rafforzare le nostre difese. Durante la stagione fredda in genere le insidie climatiche quali pioggia, vento e repentini abbassamenti di temperatura portano i malesseri da raffreddamento. Contro i comuni raffreddore e tosse, ma anche per combattere i processi microbici e infiammatori che “assaltano” puntualmente il nostro sistema immunitario, è buona norma attenersi a semplici regole di vita quotidiana: aerare gli ambienti in cui si soggiorna a lungo e lavarsi frequentemente le mani. Inoltre, un rimedio naturale per prevenire i problemi di stagione è l’assunzione di alimenti ricchi di vitamina C come agrumi, kiwi e verdura a foglia verde scuro da assumere preferibilmente a crudo ed anche sotto forma di centrifugati. Quando la temperatura si abbassa, si tende a soggiornare più a lungo in luoghi chiusi, a stretto contatto con gli altri e con maggiori rischi di contagio. Il freddo, poi, riduce la mobilità ciliare delle mucose dell’ apparato respiratorio, rendendolo più vulnerabile. L’inquinamento ambientale, l’esposizione al fumo di sigaretta, insieme ad uno stile di vita non corretto, facilitano l’accumulo di scorie e tossine, determinando un indebolimento complessivo delle difese immunitarie e predisponendo l’organismo agli attacchi di virus e batteri. In più se la stagione è instabile come questa le variazioni di temperatura tra ambienti esterni e riscaldati sono imprevedibili e possono favorire ricadute o complicazioni bronchiali o polmonari ai soggetti più deboli e predisposti.

PREVENIRE E COMBATTERE I MALANNI DI STAGIONE CON L’ALIMENTAZIONE

Per prevenire a tavola i malanni di stagione e proteggere adeguatamente il nostro apparato respiratorio è indispensabile prestare attenzione all’alimentazione. Una dieta equilibrata nei nutrienti e ricca di minerali e vitamine (frutta e verdura colorata) può potenziare le difese immunitarie dell’organismo. Il nostro apparato respiratorio è protetto da una patina di muco che viene “distribuita” da piccole ciglia che si bloccano quando il freddo arriva all’improvviso. Senza “rivestimento”, gola e polmoni sono esposti all’attacco di virus e batteri. Il nostro organismo è però dotato di anticorpi che possono scacciare le malattie sul nascere. Affinché gli anticorpi del sistema immunitario funzionino al meglio, è bene seguire una corretta alimentazione quotidiana ricca di agrumi ma anche di cavoli, prezzemolo e rucola: sono tutti alimenti ricchi di vitamina C, che attiva il sistema immunitario e migliora l’irrorazione sanguigna dei tessuti. La zucca e i cachi forniscono invece betacarotene, precursore della vitamina A, anch’essa utile per potenziare le difese immunitarie. La carne e il pesce sono fonti di zinco, indispensabile per la produzione degli anticorpi. Nella dieta vanno inseriti anche i legumi per fare un “carico” di vitamina B e di sali minerali come zinco, manganese e rame, che hanno un’azione di rinforzo delle difese naturali dell’ organismo.

ALIMENTI CHE RAFFORZANO LE DIFESE IMMUNITARIE

Oltre agli agrumi (basta una spremuta d’arancia per fare il pieno di vitamina C e tenere attivo il sistema immunitario), esistono molti altri cibi indispensabili per tenere alla larga tosse, raffreddore e sintomi dell’influenza. Contro virus e batteri ecco i cibi che rinforzano di più le difese immunitarie dell’ organismo:

  • PEPERONCINO: se si avverte un inizio di raffreddore, il peperoncino usato nella preparazione dei piatti è un rimedio naturale, perché fluidifica il catarro; in più, il peperoncino attiva la circolazione e ottimizza l’attività delle difese immunitarie.
  • CURCUMA: spezia con proprietà protettive ed antiossidanti utili a contrastare l’aumento dei radicali liberi e quindi utile a rafforzare il sistema immunitario. Può essere aggiunta allo zafferano per rafforzarne le proprietà.
  • ZUCCA E CACHI: apportano betacarotene precursore della vitamina A, necessaria per accelerare l’attivazione del sistema immunitario.
  • CAVOLI: contengono Betacarotene precursore della vitamina A e altri antiossidanti.
  • RUCOLA E PREZZEMOLO: sono ricchi di vitamina C e di clorofilla potente antiossidanti: nella dieta quotidiana è bene usarli spesso a crudo.

Evelina Flachi

Specialista in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizionista.

Presidente Food Education Italy

Articolo precedenteInfluenza. Picco in arrivo: 2 milioni gli italiani già colpiti
Articolo successivoELIO FIORUCCI: IL GENIO E LA PASSIONE