Un Bel Naso Con Il Rinofiller

“È meglio nascere senza naso che senza fortuna” cosi recita l’adagio.

Oggi si può ricorrere ai ripari e modificare, aggraziandolo, il naso.

Alcune piccole irregolarità nel rilievo possono essere corrette senza ricorrere alla chirurgia ma iniettando acido ialuronico.

Si può usare questa tecnica per correggere alcuni piccoli difetti del naso come:

  • Riempire la radice del naso all’angolo tra il naso e la fronte
  • Sfinare un nodosità del dorso (profilo del naso)
  • Migliorare la proiezione della punta del naso
  • Correggere asimmetrie
  • Eseguire un leggero ritocco della forma del naso a seguito di una rinoplastica chirurgica

La maggior parte dei filler utilizzati in medicina estetica per i trattamenti di bellezza sono principalmente all’acido ialuronico. Il suo ampio impiego è dovuto al fatto che sia, insieme all’elastina e al collagene, uno dei costituenti dei tessuti cutanei.

In altre parole, il nostro organismo produce in modo naturale queste tre sostanze, che servono per mantenere la pelle tonica, elastica e compatta. Tuttavia, con il passare del tempo, la loro produzione diventa carente: ecco perché la pelle inizia ad apparire meno giovane, ed i segni dell’invecchiamento fanno la loro comparsa.

Ad ogni modo, essendo l’acido ialuronico una sostanza naturalmente presente nell’organismo, viene utilizzato anche per il rinofiller. Infatti, oltre ad essere ben accettato dall’organismo, non può in alcun modo provocare effetti indesiderati o collaterali.

Il risultato dell’iniezione si apprezza subito dopo l’atto e dura dagli 8 ai 12 mesi. Le iniezioni non sono molto dolorose.

Il rossore e un piccolo edema nelle zone iniettate possono essere presenti per alcune ore dopo l’atto. Non c’è esclusione sociale ed è immediatamente possibile riprendere le normali attività quotidiane.

Una volta terminate le punture il trattamento può considerarsi concluso, senza necessità di bendare il naso o di applicare protezioni specifiche. Gli effetti che si presenteranno subito dopo le iniezioni infatti, risultano minimali e non richiedono cure specifiche.

L’iniezione di filler non permette di trattare i tessuti in eccesso nel naso, la rinoplastica chirurgica è quindi l’unico trattamento adeguato in questi casi.

Il rinofiller è un trattamento sicuro se eseguito da mani esperte e con prodotti di qualità certificata, le controindicazioni sono le stesse dei normali filler riempitivi riassorbibili che si utilizzano su altre zone del viso, quindi la gravidanza e i primi mesi di allattamento, soggetti con patologie autoimmuni, presenza di infezioni virali o batteriche in fase attiva nel sito di iniezione.