mal di schiena
Mal Di Schiena

 

Gli effetti benefici dell’acqua sullo stato di salute sono noti sin dall’antichità. Nell’antica Roma in città grandi e piccole si trovavano bagni pubblici, o thermae, che in epoca repubblicana erano costituite da una serie di spogliatoi e di locali (frigidaria, tepidaria e calidaria), e da una palestra. Nel periodo imperiale le terme divennero sempre più grandi e lussuose: quelle di Caracalla, ad esempio, comprendevano biblioteche e grandi spazi pubblici coperti, riccamente decorati da statue, mosaici e affreschi. Erano frequentate da ricchi e poveri. Già allora l’acqua era utilizzata per curare disturbi diversi, alleviare i dolori dell’apparato osteo-articolare, favorire la distensione muscolare e mantenere il benessere dell’intero organismo. L’esercizio in acqua, infatti, rappresenta un’esperienza di tipo globale che coinvolge corpo e mente. I benefici più immediati sono legati al fatto che in acqua si scoprono percezioni e motricità differenti a quelle a cui si è abituati durante le attività di ogni giorno. La sensazione più comune è quella di essere come avvolti, con il corpo rilassato e leggero. I meccanismi con cui l’idroterapia agisce sul dolore sono differenti. Viene anzitutto contrastata prepotentemente la forza di gravità: l’immersione fino alla vita provoca la perdita apparente del proprio peso del 50%, che diventa ben del 90% quando l’acqua arriva a coprire le spalle. Questa situazione permette alla colonna ed alle articolazioni, alleggerite dal compito di reggere il peso del corpo, di “riposare” e di riassestarsi con benefici immediati. Inoltre la pressione che l’acqua esercita inevitabilmente sull’organismo provoca un massaggio di intensità differenti in grado di migliorare circolazione e tono muscolare, contrastando il dolore proponendo sensazioni alternative. Infine, poiché l’acqua crea resistenza al movimento, durante il bagno la muscolatura viene in modo naturale tonificata e potenziata. Altrettanto importanti e benefici sono gli effetti sul controllo dello stress e nel favorire il riposo notturno. Raggiungere tutti questi risultati, soprattutto nel periodo estivo, è facile: spesso è sufficiente muoversi in acqua dolcemente e lentamente, semplicemente camminando. Vengono in questo modo migliorati anche equilibrio e postura, recuperando schemi di movimento persi o dimenticati a causa del dolore.

Dr. Paolo Mariconti

 

Dr. Paolo Mariconti

Specialista in Anestesia e Farmacologia
Esperto in Medicina del Dolore
guarireildolore@gmail.com