anlaids
Anlaids

aiadsBONSAI AID AIDS, giunta alla sua XX Edizione, si rinnova nel fine settimana di
Pasqua in 3500 piazze d’Italia, oltre che negli ospedali e nei centri commerciali. BONSAI AID AIDS è possibile grazie ai volontari di ANLAIDS ma anche grazie ai Volontari di molte altre Associazioni per sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso la distribuzione di materiale informativo sulla prevenzione dell’infezione da Hiv. Offrendo un sostegno alle attività di Anlaids, è anche possibile prendesi cura di un Bonsai per regalare speranza e confermare un gesto di solidarietà.

BONSAI AID AIDS promossa dall’Associazione Nazionale per la Lotta contro l’Aids, sotto l’Alto Patronato del Presidente delle Repubblica, con il patrocinio dellaFondazione Pubblicità Progresso ed il sostegno del Segretariato Sociale Rai e Mediafriends

NOTE BIOGRAFICHE DI ANLAIDS

ANLAIDS (Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS), costituita il 26 luglio del 1985

  • ente morale con D.P.R. del 7 gennaio 1988;
  • iscritta all’anagrafe delle ONLUS dal 25 gennaio 1997 è una organizzazione non lucrativa di utilità sociale;
  • certificata dall’Istituto Italiano Donazione (IID) con il marchio italiano “Donare con fiducia” n. 12 del 2008;
  • socio fondatore del Summit;
  • socio fondatore della Federazione Cure Palliative (FCP);
  • socio del Cica
  • componente della Commissione Nazionale AIDS (C.N.A.) istituita dal Ministero della Salute;
  • componente della Consulta delle Associazioni Aids (C.A.A.) istituita dal Ministero della Salute.

GLI OBIETTIVI di ANLAIDS: dall’art. 1 dello Statuto

“L’Associazione impiega le risorse umane, culturali, sociali, scientifiche ed economiche a sua disposizione per lo svolgimento delle attività istituzionali attraverso:

Ricerca – sostiene la ricerca nel campo dell’infezione da HIV e AIDS, attraverso di borse di studio e premi, l’organizzazione di congressi e corsi di formazione e di aggiornamento del personale socio-sanitario.

Prevenzione ed assistenza – collaborando con Enti pubblici, europei, nazionali e locali, con organismi del terzo settore per lo studio e per la progettazione di interventi atti a migliorare la prevenzione dell’infezione da HIV e delle malattie a trasmissione sessuale e l’assistenza a favore delle persone che vivono con HIV e dei loro familiari.

Informazione e sensibilizzazione – facilitando la diffusione di informazione scientifica, sociale e sanitaria, promuovendo la sensibilizzazione della pubblica opinione con particolare riferimento alla lotta alla discriminazione, attraverso iniziative condotte autonomamente o in collaborazione con il Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, le Università, gli Istituti di Ricerca, Enti pubblici e del terzo Settore

Formazione – e aggiornamento dei volontari dell’Associazione

Sostegno alle persone affette da HIV/AIDS – promuovendo, sviluppando e realizzando iniziative e progetti tesi al sostegno di persone con HIV/AIDS e loro familiari, in collaborazione con servizi socio sanitari pubblici e del terzo settore.

Cooperazione in favore di Paesi a risorse limitate – con attività e progetti in ambito assistenziale, socio sanitario, educativo, di formazione e prevenzione, sia autonomamente che in collaborazione con Enti pubblici e del terzo settore.”

PROGETTI IN ITALIA

Anlaids e’ impegnata in progetti nazionali, in collaborazione con altre associazioni, con enti pubblici e attraverso proprie raccolte di fondi.

Gli obiettivi principali che i Progetti Nazionali perseguono sono la prevenzione e la ricerca.

La Prevenzione con lo scopo di:

  • facilitare l’accesso al test attraverso la conoscenza delle strutture pubbliche, il rispetto della riservatezza e della privacy;
  • la consapevolezza dell’importanza del test e delle informazioni che vengono date;
  • la validità scientifica delle metodiche utilizzate, gli eventuali percorsi di cura;
  • il sostegno alle persone più fragili anche con una casa famiglia a Roma;
  • la comunicazione in ambito preventivo.

I progetti ai quali Anlaids ha partecipato con obiettivo la prevenzione:

  • valutazione dell’impatto del messaggio della Campagna ministeriale educativo-informativa 2007-2008 per la lotta all’AIDS e sperimentazione di un modello di divulgazione continua e costante dei messaggi mirati a gruppi vulnerabili, con il coinvolgimento delle Associazioni della Consulta;
  • favorire l’accesso ai percorsi di prevenzione, diagnosi, cura e follow-up dell’infezione da HIV/AIDS e delle altre infezioni opportunistiche e/o co-infezioni da parte delle popolazioni a maggior rischio di esclusione sociale con l’INMP e le Associazioni della Consulta;
  • progetto di ricerca nazionale per l’individuazione e la sperimentazione di modelli di intervento atti a migliorare l’adesione al test di screening HIV attraverso il contributo delle Associazioni facenti parte della Consulta di Lotta all’AIDS;
  • studio sull’efficacia dei programmi di prevenzione rivolte alle persone sieropositive o malate di AIDS ristrette in carcere, sulla situazione sanitaria nelle carceri italiane.

 

La Ricerca: Anlaids, sin dalla sua fondazione ha finanziato 130 borse di studio, 23 premi scientifici, 16 premi sociali e 25 dottorati di ricerca.

Progetti ai quali Anlaids ha partecipato con obiettivo la ricerca:

  • studi nazionali riferiti agli Indicatori Europei per consentire una efficace performance dell’Italia nella raccolta dei dati nazionali che consentono una conoscenza efficace ai fini della ricerca e della prevenzione;
  • studio per la determinazione di indicatori ECDC per la prevenzione dell’infezione da HIV nella popolazione migrante;
  • Progetto annuale finanziato dal Ministero della Salute con la responsabilità scientifica dell’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con le Associazione della Consulta, capofila ANLAIDS, Archè, Caritas Italiana, CEIS, CICA, Comunità S. Egidio, CNV, NPS;
  • L’Italia in Europa: studio Nazionale su ub set di indicatori ECDC. Il progetto annuale è finanziato dal Ministero della Salute con la responsabilità scientifica dell’Istituto Superiore di Sanità, realizzato in collaborazione con le Associazioni ANLAIDS, come capofila, ARCIGAY, Circolo M. MIELI e LILA;

ANLAIDS ha attivato un numero verde gratuito 800589088, l’unico attualmente al quale risponde un medico infettivologo. Il numero verde è attivo il lunedì e il giovedì dalle ore 16.00 alle ore 20.00. L’operatore risponde anche in inglese e francese.

 

EVENTI

BONSAI AID AIDS è la principale manifestazione di raccolta fondi di ANLAIDS e ne sostiene gli scopi statutari:

  • borse di studio per giovani medici laureati e ricercatori
  • campagne informative nelle scuole e bandi Nazionali
  • realizzazione e distribuzione di materiale informativo appositamente preparato per luoghi di aggregazione giovanile, per la popolazione straniera, per le carceri e per le forze dell’ordine
  • sostegno anche ad altre case alloggio per persone sieropositive e malate di Aids
  • sostegno a centri medici in Paesi a risorse limitate, in collaborazione con Associazioni locali, particolarmente colpiti dall’AIDS

BONSAI AID AIDS è nata nel 1993, si svolge il venerdì, sabato e domenica di Pasqua su circa 3000 piazze italiane, nelle grandi città e nei piccoli centri. BONSAI AID AIDS è possibile grazie all’impegno dei volontari ANLAIDS ma anche grazie ai volontari di molte altre associazioni/organizzazioni, privati cittadini che scelgono di dedicare il proprio tempo alla nostra Associazione, allestendo una postazione Bonsai nella città in cui vivono.

I volontari nelle Piazze di tutta Italia, a fronte di un contributo, danno in omaggio un vero Bonsai, distribuiscono materiale informativo sull’iniziativa che riporta il consuntivo e la destinazione delle edizioni precedenti e la divulgazione di 240.000 copie di ANLADS Notizie sulla situazione attuale dell’infezione da HIV e sul modo di prevenirlo.

La manifestazione, come altre realizzate da Anlaids, ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il patrocinio della Fondazione Pubblicità Progresso ed il sostegno del Segretariato Sociale Rai e Mediafriends.

CONVIVIO

Convivio è la più importante Mostra Mercato benefica organizzata in Italia a favore di ANLAIDS Lombardia (Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS) che ha lo scopo di raccogliere fondi affrontando in maniera concreta e positiva un problema come quello dell’AIDS. La manifestazione nasce nel 1992 da un’idea di Gianni Versace che è riuscito, per la prima volta, ad unire il mondo della moda coinvolgendo in questo grande evento tutti i più importanti stilisti tra i quali: Giorgio Armani, Gianfranco Ferré, Valentino, Dolce & Gabbana, Calvin Klein, Gucci, Prada, Missoni, Moschino, Fendi, Trussardi, Blumarine, Enrico Coveri e molti altri.

L’impegno di persone disponibili, determinate e convinte di fare la cosa giusta ha contribuito a fare di Convivio una manifestazione di livello internazionale, capace di sensibilizzare le istituzioni e mobilitare singoli volontari.

Convivio raggiunge il suo scopo grazie all’impegno degli stilisti promotori, di tutte le aziende, delle società di servizi che permettono la realizzazione di un progetto così imponente e a tutti i giornalisti, gli editori e i media che sostengono la manifestazione con articoli redazionali e con una campagna pubblicitaria efficace.

Punto centrale di Convivio è la Mostra Mercato alla quale partecipano tutte le più importanti griffe della moda donando i loro prodotti ad ANLAIDS che vengono poi venduti al pubblico ad un prezzo scontato del 50% rispetto a quello di listino.

Convivio è il principale sostenitore del Progetto Scuola Nazionale.

MARATONA 1° DICEMBRE

L’Anlaids, dal 1998 organizza, in occasione dell’AIDS Day – 1° dicembre, la manifestazione nazionale di raccolta fondi televisiva. Per questa iniziativa ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Per ANLAIDS è molto importante il sostegno alle popolazioni nei Paesi a risorse limitate; infatti per le maratone del 2008 e 2009 la raccolta fondi è stata dedicata a programmi di prevenzione, con l’obiettivo di ridurre il tasso di trasmissione materno-fetale

  • 1° dicembre 2008 progetto Mingha in Camerun
  • 1° dicembre 2009 progetto “Djitu Ten” (Si può!) in Guinea Bissau