CTO PINI MILANO

Da pochi mesi l’ASST Gaetano Pini-CTO di Milano ha avviato il servizio di televisite: una modalità utile per continuare a seguire i pazienti, anche a distanza

L’ASST Gaetano Pini-CTO ha aderito al programma per le televisite di Regione Lombardia. Da pochi mesi, per le visite di controllo, i pazienti in cura presso il Dipartimento di Reumatologia e Scienze Mediche, diretto dal prof. Roberto Caportali, possono concordare con lo specialista di usufruire della televisita, ossia una visita medica a distanza, effettuata tramite programmi che permettono al medico e al paziente di connettersi in videochiamata e di integrare la comunicazione con chat e il caricamento di file di vario genere. È una delle possibilità offerte dalla telemedicina che durante la pandemia ha avuto una diffusione capillare. “Questa nuova modalità di interazione con i pazienti – spiega la dott.ssa Carolina Artusi, reumatologa e referente del Centro per la presa in carico del paziente cronico del Presidio Pinici permette di continuare a seguire, anche a distanza, i pazienti con patologie croniche e invalidanti. Per loro è molto importante avere dei follow-up ravvicinati per tenere monitorato l’avanzamento della malattia e rimodulare eventualmente la terapia”.

La piattaforma messa a disposizione da Regione Lombardia è intuitiva per gli utenti tanto quanto per i medici e offre la possibilità non solo di vedere in video il paziente (videochiamata) ma anche di poter ricevere e inviare in diretta file e allegati, garantendo la sicurezza della trasmissione dei dati, in modo che lo specialista possa leggere referti ed esami così come fa durante una visita di persona. “È indubbio che qualche problema tecnico e un po’ di timore inziale da parte degli utenti a volte possono rallentare la fase iniziale della televisita, ma una volta avviato l’appuntamento solitamente tutto procede per il meglio. Del resto, soprattutto nella prima fase della pandemia sia i pazienti più giovani sia anziani hanno dovuto imparare a avvalersi di piattaforme del tutto comparabili a quelle che utilizziamo per comunicare con familiari e amici. Questo ha facilitato l’adozione delle televisite”, commenta la dott.ssa Artusi. L’esito di queste prime televisite è stato incoraggiante: i pazienti hanno apprezzato molto l’opportunità di un consulto medico a distanza, direttamente da casa o dal posto di lavoro, da PC o ancor più semplicemente da smartphone.

In questa prima fase la televista può sostituire le visite in presenza su richiesta del paziente: dopo un primo incontro di persona, durante il quale lo specialista ha la possibilità di svolgere un esame obiettivo completo, è possibile chiedere di il successivo controllo a distanza. Gli ambiti in cui questa modalità è stata applicata a oggi sono la Reumatologia e la Neurologia, nello specifico per i pazienti del Centro Parkinson e Parkinsonisimi. Prossimamente sarà possibile prenotare le visite di controllo in modalità televisita anche in ambito Fisiatrico e per i pazienti in cura presso la UOC mielolesi (para e tetraplegici).

*****

L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Gaetano Pini-CTO, punto di riferimento per l’ortopedia, la riabilitazione specialistica, la reumatologia e la neurologia, a livello nazionale, comprende a Milano tre presidi ospedalieri: il Gaetano Pini, il CTO e il Polo Riabilitativo Fanny Finzi Ottolenghi. L’ASST Gaetano Pini-CTO – evoluzione della Scuola Ortopedica milanese nata nel 1874 – è specializzata in patologie e traumi dell’apparato muscolo-scheletrico, reumatologia e fisiatria. L’Azienda accoglie ogni anno più di 800mila utenti e i suoi specialisti lavorano con le più sofisticate tecniche di imaging, attraverso sale operatorie sia convenzionali sia dotate di robotica. L’ASST Gaetano Pini-CTO è centro erogatore per la presa in carico dei pazienti cronici nell’ambito delle patologie reumatologiche e della Malattia di Parkinson.