Rifornimento di benzina

Le fermate alla stazione di servizio sono un appuntamento fisso per tutti i conducenti di auto con motore a combustione. Affinché il rifornimento sia sicuro, è necessario adottare una serie di misure di sicurezza. Per iniziare, il motore del veicolo deve essere spento, così come le luci e i sistemi multimediali. È inoltre vietato fumare nelle vicinanze delle pompe di benzina.
Ci sono tuttavia una serie di leggende riguardo il rifornimento di benzina che molti automobilisti ritengono vere e alcune precauzioni a cui non viene data la giusta importanza. Gli esperti di Parclick.it, l’app leader in Europa per la prenotazione online di parcheggi, ci dicono quali sono le più comuni:

  1. Posso fare più carburante forzando la pompa quando questa si blocca alla fine del riempimento del serbatoio

La pompa ha una valvola di sicurezza che si blocca interrompendo il flusso di benzina quando rileva che il livello del carburante raggiunge il massimo della capacità del serbatoio. Contrariamente a quanto molti possono pensare, è completamente inutile se in questo momento continuiamo ad aggiungere benzina.
Grazie a questa valvola di sicurezza, infatti, quella piccola quantità di carburante viene rilevata come eccedenza e viene eliminata attraverso un condotto di scarico incorporato nella stessa pompa. L’automobilista paga quindi una quantità eccessiva di carburante di cui non usufruisce. Oltre al costo economico, questa abitudine durante il rifornimento può far traboccare e schizzare il carburante, macchiando la carrozzeria e danneggiando la vernice.

  1. È meglio fare rifornimento di notte o la mattina presto, quando la temperatura è più bassa

C’è la convinzione che sia meglio riempire il serbatoio della nostra auto di notte o al mattino presto, perché le temperature sono più basse e di conseguenza il carburante non si espande per occupare più spazio come avviene quando fa caldo.
Tuttavia, non è altro che una leggenda metropolitana, anche perché il potere energetico intrinseco non varia al variare della temperatura e i serbatoi di carburante delle stazioni di servizio si trovano solitamente in cisterne sotterranee, quindi non sono così esposti al caldo o al freddo esterno.

  1. Si può mescolare benzina 95 e 98

In generale non dovremmo preoccuparci troppo se un giorno, durante il rifornimento, confondiamo un tipo di benzina con l’altro, poiché non ha effetti a breve termine sul motore.
Tuttavia, se si commette costantemente un errore o si decide di mescolare regolarmente i due tipi di carburante, è possibile danneggiare il meccanismo di trasmissione del veicolo, quindi non è consigliabile eseguire questa pratica.

  1. Si può usare il cellulare in una stazione di servizio

Nelle stazioni di servizio viene richiesto di spegnere il cellulare quando siamo accanto alla pompa per motivi di sicurezza.
Quando riceviamo o effettuiamo chiamate le batterie degli smartphone possono produrre piccole scintille.
Anche se sono impercettibili e le possibilità che si verifichi un incidente sono minime, queste scintille potrebbero incendiare i fumi della benzina. Inoltre, non usare lo smartphone mentre facciamo rifornimento ci aiuterà a concentrarci meglio e a evitare fuoriuscite o errori.
Il divieto di usare il cellulare è valido solo mentre si fa rifornimento, possiamo invece tenerlo acceso all’interno dell’auto o utilizzarlo per pagare una volta terminato il rifornimento.

  1. Bisogna far sgocciolare bene la pompa sollevandola

Ha senso sgocciolare bene la bocchetta della pompa, non solo perché quella benzina l’abbiamo pagata, ma soprattutto per non macchiare l’auto quando la togliamo. Ma non dobbiamo far sgocciolare la pompa sollevandola. La bocchetta della pompa ha una valvola anti-ritorno che lascia uscire carburante solo se viene esercitata pressione, impedendo così l’ingresso di aria. Di conseguenza, la pompa è sempre piena di carburante. Una volta raggiunta la quantità stabilità, la pompa si ferma, la pressione del carburante diminuisce e, per quanto si possa sollevare o scuotere la pompa, non uscirà più carburante.

  1. È necessario mantenere il serbatoio pieno per evitare che la benzina evapori

Unaltra leggenda, poiché riempire il serbatoio non evita perdite per evaporazione. È il tappo del serbatoio che impedisce le perdite, quindi il segreto è mantenerlo in buone condizioni e chiuderlo sempre accuratamente.

  1. I fumi della benzina sono tossici e un rifornimento prolungato è dannoso per la nostra salute

È vero che i fumi della benzina sono tossici e non fa bene inalarli, ma non è vero che fare rifornimento sia dannoso per la nostra salute. Le stazioni di servizio sono dotate di un sistema di aspirazione dei vapori. Basta pensare al forte rumore che si inizia a sentire non appena si sgancia la pompa. Quel rumore è un’aspirapolvere che aspira intorno alla punta dell’ugello e rimanda i vapori di carburante nel serbatoio.

Parclick.it è l’app e il sito di riferimento in Italia per la prenotazione di parcheggi online che mette in contatto, velocemente e al prezzo più competitivo sul mercato, gli automobilisti con i posti auto disponibili. Fondata nel 2011 da Luis París e Iván Rodríguez, è nata con l’obiettivo di trasformare il modo in cui gli automobilisti parcheggiano, rendendo più accessibili città, aeroporti e stazioni ferroviarie. Parclick è la piattaforma completa con la più grande copertura europea. È presente in 240 città europee, ha 1.800 parcheggi in Europa (1.330 nelle città, 290 negli aeroporti, 140 nelle stazioni ferroviarie e 40 nei porti) e fino a 450 parcheggi in Italia (130 a Roma, 90 a Milano, 45 a Napoli, 35 a Firenze, 30 a Palermo, 20 a Venezia e il resto in zone strategiche della Penisola). A oggi Parclick è riuscita a migliorare la vita di oltre un milione di utenti offrendo un servizio completo di prenotazione di parcheggio online.

Articolo precedenteMauro Benincasa di HQ Food and Beverage a Dire, Fare, Mangiare
Articolo successivoPiero Lissoni receives the Compasso d’Oro Career Award