CONFERENZA STAMPA BALLA CON ME con ROBERTO BOLLE
Conferenza Stampa Balla Con Me Con Roberto Bolle

RAI 1 A  CAPODANNO

L’ECCELLENZA DELLA DANZA

ROBERTO BOLLE

BALLA CON ME 3* EDIZIONE

con Roberto Benigni ospite speciale

Danza con me con Roberto Bolle

A Milano presso l’accedemia della Scala conferenza stampa di presentazione di “BALLA CON ME 2020”, Balla con Bolle, almeno con gli occhi. È questo il live motiv lanciato dal grande professionista, consiglio che, alla sua terza edizione, lo show-evento Danza con me fa agli spettatori di Rai1, un appuntamento molto atteso a capodanno da 3 anni. Uno show prodotto da Ballandi e Artedanza insieme a Rai, il programma ideato e scritto con Pamela Maffioli dal virtuoso ballerino italiano (Étoile del Teatro alla Scala di Milano e al contempo Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York, un record assoluto) segue la formula consolidata dal grande successo e alza però l’asticella, come spiega lo stesso Roberto Bolle: «Il cast è di prima grandezza e la formula resta quella di abbinare numeri di danza della tradizione dell’800 e 900 a momenti più leggeri e popolari, senza rinunciare a portare messaggi importanti».

Un mix che suona così: pezzi assoluti di danza insieme a stelle come Svetlana Zakharova, étoile del Bolshoi, e Anna Tsygankova del Dutch National Ballet, duetti con personaggi celebri come il conduttore Alberto Angela, l’attore e regista Roberto Benigni (che cercherà di entrare in competizione estetica con Bolle), il cantante Andrea Bocelli, le comiche Geppi Cucciari e Virginia Raffaele, i colleghi di risata Luca e Paolo, gli attori Giampaolo Morelli e Luca Zingaretti, la cantante Nina Zilli (in una nostalgica rievocazione degli anni di Studio 1 in Rai) e persino un duo rap composto da Marracash e Cosmo. Infine, numeri di danza legati, spiega Bolle, «a temi come l’ambiente, i migranti, la violenza sulle donne: non si fa politica, ma si cerca di suggerire la forza della compassione».La danza torna regina su Rai uno in prima serata il primo dell’anno con Roberto Bolle che per la terza volta è protagonista del grande show Danza con me, insieme a un cast d’eccezione.”Anche quest’anno super ospiti, ognuno del proprio campo è un’eccellenza. Cerco sempre di trovare diversità negli ospiti cercando la qualità ma anche quello che può essere funzionale al programma che è portare la danza a una platea il più grande e più varia possibile e lo abbiamo fatto con un super cast: gli ospiti vanno da Roberto Benigni, Andrea Bocelli e Stefano Bollani, Luca Zingaretti, Virginia Raffaele, Marracash, Nina Zilli, Luca e Paolo, Alberto Angela, Geppi Cucciari, Giampaolo Morelli. Un cast di ospiti incredibili”.Roberto Bolle crea una altalena di emozioni: accanto alle coreografie più conosciute del balletto classico e contemporaneo danzate insieme a partner d’eccezione come Svetlana Zakharova, affianca divertenti gag con i suoi ospiti ma soprattuto si cimenta con temi che affrontano la realtà contemporanea.”Ci sono due sguardi sull’attualità molto importanti. Il tema ambientale che è all’ordine del giorno, il 2030 è stato detto che è il punto del non ritorno, anno entro il quale se non vengono prese le decisioni non si riuscirà più a cambiare e il pianeta andrà verso l’autodistruzione. Quindi abbiamo immaginato un grande telo di plastica che mi sovrasta e sembra un grande mare sopra di me e io ballo sotto ma piano piano, questo telo scende fino a soffocarmi, questa meraviglia alla fine mi uccide, come fa la plastica nei mari e forse finirà per soffocare l’umanità. E l’altro tema di grande attualità è la compassione, abbiamo voluto declinarlo con immagini sulla violenza sulle donne, sui migranti sui conflitti vari. Rappresenta lo sguardo che non vuole essere indifferente ma vuole essere empatico. Il messaggio è non siate indifferenti ritrovate la vostra umanità. Si parla delle emozioni che questi temi suscitano in noi attraverso la bellezza della danza”.Attraverso la danza Roberto Bolle è in grado di reinterpretare i tempi che viviamo, con leggerezza, profondità, tanta passione tutto nel segno del bello.