viavai Milano

Il progetto nasce dall’idea di utilizzare le vetrine dei negozi rimasti liberi a causa della pandemia come spazi espositivi

Prende il via a Milano “Viavai’, un progetto culturale che guarda alla ripresa, ideato dall’imprenditore Lorenzo Lombardi e dalla fotografa Valentina Angeloni, realizzato in collaborazione con i proprietari di alcuni negozi in Via della Spiga, una delle vie più famose dello shopping di lusso milanese. Il progetto nasce dall’idea di utilizzare le vetrine dei negozi, rimasti liberi a causa della pandemia, come spazi espositivi, trasformando così il vuoto in un’occasione di creatività e lanciando un messaggio di vitalità artistica. “Viavài” è stata prodotta dai proprietari dei negozi, accomunati dal desiderio di dare una nuova impronta culturale al quartiere in attesa della ripresa. La mostra “Viavài”, a cura di Federica Sala, presenta opere di Nathalie du Pasquier, Lorenzo Vitturi, Regine Schumann, Gianluca Malgeri con Arina Endo. Le opere esposte nei negozi, che non saranno accessibili al pubblico almeno fino a fine a marzo, sono ben visibili dalla strada e descritte da didascalie posizionate sulle vetrine, leggibili anche a distanza di sicurezza. La collettiva, diffusa tra 4 negozi di via della Spiga a Milano, presenta un’installazione site specific di Nathalie Du Pasquier in collaborazione con Mutina, le sculture in rame del duo italo-nipponico Gianluca Malgeri e Arina Endo in collaborazione con la galleria romana Magazzino, alcuni pezzi della recente mostra Jugalbandi di Lorenzo Vitturi per T293 realizzati dalla Jaipur Rugs Foundation e una selezione di opere di Regine Schumann per Dep Art Gallery.

Christian Flammia