scuderie3 Villa Arconati
Scuderie3 Villa Arconati

BOLLATE (MI)

RIAPRONO LE SCUDERIE DI VILLA ARCONATI

dal 23 maggio al 21 giugno 2015 

ospiteranno la mostra fotografica

“LA FABBRICA DIMENTICATA”

A Villa Arconati un altro pezzo di storia viene restituito al pubblico: in seguito al minuzioso lavoro di ripristino e risanamento eseguito da SAEM-SMC e interamente finanziato dalla Fondazione Augusto Rancilio, vengono riaperti al pubblico alcuni tra gli ambienti più suggestivi della Corte del Cedro. Si tratta del deposito delle carrozze, del laboratorio del maniscalco e delle scuderie principali della villa.

TERMINATO IL RESTAURO DELLE SCUDERIE

Tornano a risplendere di un fascino senza tempo alcuni degli ambienti “rustici” di Villa Arconati, e in questo caso il virgolettato è d’obbligo: nelle scuderie del tardo Seicento si possono infatti ammirare ampi soffitti a volta, pavimenti in pietra, eleganti colonne in granito che fanno da contrappunto alle rastrelliere e alle mangiatoie in legno e ai box in elegante ferro battuto, dove i cavalli dei nobili signori Arconati potevano abbeverarsi alle acque zampillanti di una fontana con la statua del dio Nettuno. Tutto ciò a ulteriore dimostrazione che l’amore per l’arte classica degli Arconati arrivava fino negli ambienti più rustici e quotidiani della loro villa di delizia.

LA FABBRICA DIMENTICATA

Gli spazi appena rinnovati delle scuderie e del deposito delle carrozze di Villa Arconati ospiteranno dal 23 maggio al 21 giugno 2015  La Fabbrica dimenticata, prestigiosa mostra da un’idea di Giordano Bordegoni, Giordano Minora e GianMario Pasi, con scatti del noto fotografo e cineasta Luca Comerio, (Milano 1878 –Mombello 1940). Era il 7 giugno 1918 quando a Castellazzo di Bollate, nello stabilimento svizzero Sutter&Thevenot, impianto per la fabbricazione di materiale bellico, un’esplosione causò la morte di circa 60 giovani operaie. Testimone eccezionale fu il giovane Ernest Hemingway, che, escluso dai reparti combattenti, venne arruolato nei servizi di autoambulanza e immediatamente inviato sul luogo del disastro. Un’esperienza traumatica mai dimenticata dal diciannovenne scrittore americano, Premio Nobel per la letteratura nel 1954, che quattordici anni dopo ne scrisse un racconto, “Una storia naturale dei morti” pubblicato a New York nel 1938 nei “quarantanove racconti”.  Un anno prima nel 1917, il noto documentarista Luca Comerio, già fotografo di guerra in Libia nel 1911, fu incaricato di documentare il lavoro e la vita nella fabbrica.  Una ricca selezione di immagini inedite viene ora presentata al pubblico negli spazi rinnovati delle scuderie e del deposito carrozze di Villa Arconati.

L’inaugurazione della mostra si terrà sabato 23 maggio alle ore 16.30.

La mostra sarà visitabile durante l’orario di apertura al pubblico della villa senza alcun costo aggiuntivo sul biglietto d’ingresso, e anche in coincidenza con le attività serali programmate da Nudoecrudo teatro.

deposito carrozze Villa Arconati

LUNGO STRADE OMBREGGIATE DA PIOPPI. Cantata lieve per le vittime della polveriera Il 23 e 24 maggio le scuderie di Villa Arconati faranno anche da cornice allo spettacolo teatrale Lungo strade ombreggiate da pioppi, che racconta con leggera poesia l’episodio dell’esplosione della Polveriera che sorgeva nelle campagne del Castellazzo all’inizio del Novecento. Uno spettacolo che, attraverso e a partire dalle parole di Ernest Hemingway, testimone della tragedia, rievoca agli occhi dello spettatore l’intreccio dei destini di un giovane appartenente alla croce rossa internazionale e di molte giovani donne lavoratrici sullo sfondo del nostro paese nella Grande Guerra. Eccezionalmente le repliche a Villa Arconati vedranno la partecipazione di un coro di comparse, allievi dei corsi di Nudoecrudo teatro. E non solo. In questa particolare occasione la cucina popolare accompagnata dal buon vino diventano parte integrante dello spettacolo.  Un’esperienza da vivere insieme, da condividere, per riscoprire la storia ed essere protagonisti del presente.

Inizio spettacolo ore 19.00  – Durata 65′

SPETTACOLO + CENA: 15€. Posti limitati, prenotazione obbligatoria.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 02.39545329 info@nudoecrudoteatro.org

SALTAFOSS – Itinerari conviviali tra teatro storie e letteratura in brughiera

Nudoecrudo Teatro in partnership con Alekoslab Cooperativa Sociale Onlus, doppiozero spazio online di critica culturale e il Comune di Bollate – Assessorato alla Cultura e in collaborazione con Fondazione Augusto Rancilio promuove SALTAFOSS, nuovo progetto artistico-culturale che, grazie alla fotografia e alla letteratura, al teatro e all’esperienza culinaria, vuole accompagnare il pubblico alla riscoperta della particolare e ricca storia del territorio delle Groane, angolo di campagna alle porte di Milano.

scuderie2 Villa Arconati

Ecco il programma delle iniziative del primo fine settimana:

SABATO 23 MAGGIO 2015  

. ore 16.30 INCONTRO CON L’AUTORE | Sala del Museo, Villa Arconati

Valeria Verdolini PICCOLA PATRIA, RACCONTI SULLE PIANURE e le storie di chi le vive, tra passato e presente

SABATO 23 E DOMENICA 24

. ore 19 TEATRO | Cortile delle Scuderie, Villa Arconati

Lungo strade ombreggiate da pioppi

Spettacolo teatrale itinerante con portate e vino

Il programma dettagliato di SALTAFOSS sul sito www.nudoecrudoteatro.org

VILLA ARCONATI – apertura al pubblico 2015

A pochi chilometri dal sito di Expo 2015 Villa Arconati è la più maestosa Villa di delizia del Nord-Milano. A partire dal progetto fortemente voluto e magistralmente cominciato da Galeazzo Arconati nel Seicento, la villa è divenuta nel Settecento scrigno d’arte e cultura dove celebrare i fasti e le delizie della vita aristocratica del tempo. Luogo talmente unico nel suo genere da valergli l’appellativo di “petite Versailles italienne” nelle guide turistiche settecentesche, la villa è stata celebrata tra gli altri da Goldoni e Canova, ospiti illustri dei padroni di casa.

La Fondazione Augusto Rancilio restituisce questo patrimonio alla collettività con un progetto di recupero che ne rispetta il valore storico e culturale, e con una serie di attività che fanno di questo luogo unico un moderno centro di produzione e fruizione culturale in cui convivono arte, natura e cultura.

IL GIARDINO DELLE MERAVIGLIE

Per la prima volta in assoluto i 12 ettari di giardino monumentale di Villa Arconati sono interamente visitabili dal pubblico in autonomia, senza limiti di tempo nell’arco della giornata.

Seguite le prospettive di verzura alla scoperta delle meraviglie del giardino all’italiana con le sue statue classiche silenti che narrano storie di sensi e di stagioni, di antichi eroi e di divinità maestose; ascoltate il canto dell’acqua e dei suoi scherzi nelle fontane rinfrescanti; lasciate vagare l’immaginazione in cerca delle storie narrate dai teatri di Diana, Ercole, Andromeda, e Pompeo Magno; volgete lo sguardo verso l’infinito nel vezzoso parterre alla francese in cui le “ballerine” di carpino danzano nella fresca brezza primaverile. Un giardino in cui perdersi tra arte, gusto e divertimento, dove assaporare la ricchezza senza tempo di questo luogo incantato. Venite a passare un’intera giornata in questo parco di delizia e portate con voi anche i vostri amici animali.

VISITE GUIDATE AL PIANO NOBILE

Ascolterete la storia di coloro che hanno reso unico questo luogo percorrendo le eleganti sale del Piano Nobile: l’Ala delle Signore in cui strabilianti dipinti su muro trasportano in luoghi lontani, la misteriosa Alcova, la Sala da Ballo ricamata di stucchi e dorature, l’imponente Stanza di Fetonte in cui i Fratelli Galliari nascosero il messaggio segreto di Giuseppe Antonio Arconati per i suoi ospiti, le stanze da letto dei padroni di casa, e gli appena riscoperti monocromi che Francesco Podesti realizzò per i Busca. Rimarrete incantati dal dialogo che si instaura tra le sale settecentesche e le opere d’arte contemporanea degli 8 artisti internazionali della mostra “Otto è più di un mezzo”, curata da Peter Deckers e Helena Stork e patrocinata dalla Fondazione Augusto Rancilio. Il Piano Nobile della villa è accessibile solo con visite guidate.

ORARI DI APERTURA E TARIFFE

Villa Arconati è aperta dal 1° maggio al 31 ottobre 2015

ogni venerdì – sabato e domenica dalle 10.30 alle 18.30 (ultimo accesso h 18.00)

Accesso libero al Parco di Villa Arconati:

Intero € 4,00  * Ridotto € 3,00

Ingresso gratuito per minori di anni 6 e persone diversamente abili

Visita guidata al piano nobile e Accesso libero al Parco di Villa Arconati

Intero € 7,00  * Ridotto € 5,00

Scontato per gruppi di almeno 15 persone € 6,00

Per le visite guidate a turno fisso la prenotazione si effettua in loco, presso la biglietteria, il giorno stesso della visita. Posti limitati. L’accesso al piano nobile è consentito solo con guide FAR.   Turni di Visita:

– Venerdì ore 15:00 e 18:00

– Sabato e Domenica ore 11:00, 15:00 e 18:00

(in caso di grande affluenza vengono attivati ulteriori turni di visita)

Visite guidate per gruppi (Disponibili su prenotazione tutti i giorni)

in Italiano € 7,00 a persona (minimo 30 persone oppure € 210,00)

in Inglese/Francese € 8,00 a persona (minimo 30 persone oppure € 240,00)

Sconti e Convenzioni:

* Ridotto per “Amici di Villa Arconati”, tesserati FAI e Touring Club, minori di anni 12, giornalisti, enti e associazioni convenzionate con FAR;

Ingresso gratuito per minori di anni 6; persone diversamente abili.           

L’intero ricavato dei biglietti d’ingresso è devoluto per il progetto di recupero di Villa Arconati

Per conoscere tutti i dettagli e il calendario completo delle iniziative visitate il sito internet www.villaarconati.it o seguite la pagina Facebook Ufficiale di Villa Arconati.