ASSICA
Assica

 

ASSICA PER MISURE SOSTEGNO INDIGENTI

Occorre ridare ossigeno alla nostra filiera dei salumi, mantenendola operativa a beneficio di tutta la popolazione

 

A nome di tutti i lavoratori e gli operatori della filiera salumi, impegnati in uno sforzo straordinario in questo periodo di emergenza epidemiologica, ritengo essenziale esprimere il più sentito ringraziamento alla Ministra Bellanova e a tutto il suo staff per aver attivato anche per i prodotti di salumeria gli strumenti del tavolo indigenti, a beneficio della popolazione con maggiori necessità e a ristoro delle difficoltà quotidiane delle aziende della salumeria italiana.” NICOLALEVONIPresidenteASSICA Così Nicola Levoni, presidente di ASSICA, l’associazione degli imprenditori delle carni suine e dei salumi nazionali, ha commentato la notizia dell’imminente adozione di nuove misure di sostegno tramite il tavolo indigenti. “Grazie ad un adeguato stanziamento, le persone maggiormente bisognose potranno ricevere i nostri salumi italiani buoni, sani, nutrienti e di qualità. Allo stesso tempo le aziende e i loro lavoratori avranno un ristoro almeno parziale dalle mancate vendite dovute alla situazione eccezionale in cui ci troviamo”, ha proseguito Levoni.

Un periodo colmo di incertezze, che manca di prevedibili prospettive. Prima di tutto per la vita privata di ciascuno di noi, ma la vita aziendale, la vita delle nostre imprese non è soggetta a minore incertezza. L’improvvisa, pur necessaria, chiusura dei luoghi di ristoro collettivi (il cosiddetto canale Horeca) ha privato dall’oggi al domani le nostre aziende di una importante fonte di collaborazioni e di circa il 20% di redditività. A questo si aggiungono le crescenti difficoltà nell’export e le doverose misure precauzionali negli stabilimenti, attuate con la massima cura e serietà a tutela di ciascun lavoratore che hanno avuto come conseguenza un rallentamento di fatto del ritmo produttivo. Vogliamo garantire la sicurezza di tutti: dei cittadini di continuare a trovare i propri prodotti preferiti e della tradizione per preservare quel poco di normalità che rimane in questo momento, dei lavoratori con le giuste misure precauzionali e con la garanzia di un posto di lavoro anche per il futuro, evitando di mettere a repentaglio la vita delle nostre imprese. Allo stesso modo riteniamo importante ribadire l’assoluta sicurezza che continua a essere garantita durante le operazioni di vendita assistita nei punti vendita sia di prossimità che nella Grande Distribuzione. Per questo confidiamo che le misure adottate abbiano la capacità di ridare ossigeno alla nostra filiera, mantenendola operativa a beneficio di tutta la popolazione, come abbiamo sinora fatto ininterrottamente dall’apertura della crisi sanitaria legata al Covid-19.

La misura è sicuramente benvenuta e necessaria, ma molto si può ancora fare per garantire stabilità ad una filiera alle prese con molteplici difficoltà contingenti e già seriamente provata da una crisi internazionale iniziata circa 12 mesi fa. Un sostegno alle attività di trasporto nazionali e internazionali, misure per agevolare la flessibilità del lavoro a beneficio dei lavoratori stessi, interventi di concertazione tra gli attori della filiera per definire intese a garanzia dei corretti approvvigionamenti di mercato e dell’accesso uniforme ai nostri prodotti fonte di nutrienti essenziali per la popolazione, sono tra le priorità su cui vogliamo puntare a breve, sapendo di continuare a trovare in questo governo e nella Ministra Bellanova, interlocutori attenti e affidabili”, ha concluso il Presidente di ASSICA.

 

ASSICA, Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi,

 è l’organizzazione nazionale di categoria che, nell’ambito della Confindustria, rappresenta le imprese di macellazione e trasformazione delle carni suine. Nel quadro delle proprie finalità istituzionali, l’attività di ASSICA copre diversi ambiti, tra cui la definizione di una politica economica settoriale, l’informazione e il servizio di assistenza ai 170 associati in campo economico/commerciale, sanitario, tecnico normativo, legale e sindacale. Competenza, attitudine collaborativa e affidabilità professionale sono garantite da collaboratori specializzati e supportate dalla partecipazione a diverse organizzazioni associative, sia a livello nazionale che comunitario. Infatti, sin dalla sua costituzione, nel 1946, ASSICA si è sempre contraddistinta per il forte spirito associativo come testimonia la sua qualità di socio di Confindustria, a cui ha voluto aderire sin dalla nascita, di Federalimentare, Federazione italiana delle Industrie Alimentari, di cui è socio fondatore, del Clitravi, Federazione europea che raggruppa le Associazioni nazionali delle industrie di trasformazione della carne, che ha contribuito a fondare nel 1957.