Grande successo per le visite virtuali alle Gallerie Estensi
Grande Successo Per Le Visite Virtuali Alle Gallerie Estensi

Domenica 19 aprile le Gallerie Estensi hanno inaugurato la prima visita virtuale dedicata al pubblico con guida interattiva. L’iniziativa, unica in Italia, che aveva come focus la storia degli Este, ha avuto un grandissimo gradimento del pubblico con circa 230 collegamenti alla piattaforma. Per questo le Gallerie Estensi hanno deciso un calendario cadenzato – a partire da sabato 25 aprile fino al 31 maggio – per dare a tutti i visitatori la possibilità di accedere a questa esperienza: nuove passeggiate “tematiche” che ogni volta porteranno il pubblico a conoscere e scoprire i tesori del museo con percorsi ad hoc.

Record anche per le prenotazioni delle scuole: 71 alle ore 12.00 del 21 aprile. Dal punto di vista geografico si tratta di istituti che provengono per l’80% da dalla provincia e dalla regione Emilia Romagna. Un ottimo riscontro è arrivato in particolare dalle scuole secondarie di primo grado, seguite a ruota dagli istituti superiori ma non sono mancate prenotazioni anche dalle scuole primarie.

Il progetto lanciato dalle Gallerie Estensi prevede un modo nuovo per entrare al museo, per passeggiare nelle sue sale accompagnati da una guida che, mostrandoci le collezioni, interagisce con noi, risponde alle nostre domande. Un progetto realizzato dalle Gallerie Estensi in collaborazione con il lab AImagelab del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università di Modena e Reggio Emilia che hanno messo a punto assieme un sistema di visite virtuali che consente agli utenti, connettendosi dal proprio dispositivo digitale, di passeggiare per le sale del museo accompagnati da una guida per godere di una visita immersiva tra i capolavori della Galleria Estense e del Museo Lapidario Estense di Modena attraverso un sistema innovativo che utilizza una acquisizione a 360° e una ricostruzione 3D (ottimizzata da reti neurali profonde) delle sale del museo.
I visitatori virtuali sono chiamati a collegarsi con la guida che li accompagna nelle sale del museo spiegando le opere esposte. La novità che rende la visita coinvolgente è che i partecipanti possono comunicare verbalmente e interagire via chat con la guida che non solo risponderà alle domande ma potrà anche, all’occasione, mostrare opere e documenti connessi con le collezioni esposte.

www.gallerie-estensi.beniculturali.it/appuntamenti/