SALONI
Saloni

SALONE INTERNAZIONALE DEL MOBILE

Dal 17 aprile 2012 al 22 aprile 2012

FIERA MILANO RHO

MILANO:.iTorna l’evento espositivo leader a Milano e nel mondo: il Salone internazionale del Mobile. O meglio, I Saloni. La 51° edizione si terrà a Fiera Milano (Rho) dal 17 al 22 aprile e per la prima volta sarà aperta al grande pubblico anche il sabato e non solo la ormai tradizionale domenica, che lo scorso anno ha visto oltre 32.000 presenze (riservata agli operatori di settore dal 17 al 20, apertura al pubblico il 21 e il 22 aprile 2012). In mostra, migliaia di prodotti di qualità, espressione di ogni tipologia di arredo e stile. In particolare quest’anno novità assoluta per EuroCucina che oltre a riconfermare il settore dedicato all’innovazione tecnologica degli elettrodomestici da incasso e alle cappe d’arredo con FTK (Technology for the Kitchen) si apre al complemento e accessorio per la cucina, a tutti quegli oggetti che contribuiscono a rendere il rito del cibo e della convivialità più facile e più bello. In fatto di novità non è da meno il Salone internazionale del bagno, che riserverà a tutti i visitatori un’ampia area wellness. Come lo scorso anno invece unico padiglione per il settore Moderno del Salone Internazionale del Mobile (Pad.14 e 18), direttamente in contiguità con i padiglioni del settore Classico e Design. Immancabili infine gli eventi collaterali in città, più che mai dedicati al prodotto di qualità e alla cultura dell’abitare. Tra questi, al Teatro dell’Arte della Triennale di Milano andrà in scena “Design Dance” – un progetto di Michela Marelli e Francesca Molteni. Gli oggetti di oggi e di ieri, classici e moderni, ma anche i progetti del Salone Satellite “avverati”, perché diventati prodotti, si fanno attori e narratori per raccontare le emozioni che li hanno fatti nascere. La Biblioteca Pinacoteca Accademia Ambrosiana ospiterà invece l’installazione “librocielo” ideata da Attilio Stocchi, un omaggio multimediale al cuore romano della città e una riflessione sul vivere e sull’abitare lo spazio attraverso le voci di alcuni libri antichi.

 

 

 

Fonte:. Uff StampaFiera Milano