Mostra: Costantino 313 dc - Milano Palazzo Reale fino al 17 marzo 2013
Mostra: Costantino 313 Dc Milano Palazzo Reale Fino Al 17 Marzo 2013

WOW Spazio Fumetto

Viale Campania, 12
Orari: mar-ven: 15:00-19:00; sab-dom: 15:00-20:00

Wagner a strisce

Dal 30 novembre al 6 gennaio 2013

Mostra-evento in occasione dell’inaugurazione della Stagione Lirica 2012/2013 del Teatro alla Scala e del Bicentenario wagneriano. L’immaginario wagneriano raccontato a fumetti e cartoni animati da Paperino a Capitan Harlock, da Bugs Bunny all’Avventuroso da Carlo Jacono a P. Craig Russell.

Triennale design Museum

Viale Emilio Alemagna, 6

Orari: mar-dom: 10:30-20:30; gio-ven: 10:30-23:00

Brazil New Design

Fino al 2 dicembre

Inaugurata il 26 settembre, la mostra è una selezione dei più interessanti lavori di designer brasiliani contemporanei, molti dei quali mai presentati in Italia che ci parlano di un Paese che in qualche modo è la Patria dei colori e della vitalità: il Brasile. L’esposizione, curata da Fernando e Humberto Campana, rappresenta anche un nuovo modo di guardare al futuro e al mondo.

Gino Sarfatti

Il Design della Luce

Fino all’11 novembre

È la prima grande mostra antologica italiana dedicata a Gino Sarfatti nella ricorrenza del centenario della sua nascita. Il lavoro di Sarfatti ha avuto un grande riscontro nell’ambito del collezionismo internazionale, mentre in Italia è rimasto, per molti motivi, in ombra. La mostra offre l’occasione di consacrare a tutti gli effetti Gino Sarfatti fra i Maestri del design italiano e internazionale nonché di rileggerne l’opera pionieristica in uno dei settori più significativi del progetto: l’illuminazione. Nel corso di un’incessante attività, sviluppatasi dalla fine degli anni ‘30 ai primi anni ‘70, Gino Sarfatti ha ideato, con una straordinaria carica innovativa, oltre 650 apparecchi luminosi, organizzandone, tramite Arteluce, l’azienda da lui fondata, la produzione e la distribuzione nei più importanti mercati internazionali.

Palazzo Reale

Piazza del Duomo, 12

Orari: lun: 14:30-19:30; mar-mer-ven-dom: 09:30-19:30; gio-sab: 09:30-22:30

Pablo Picasso

Capolavori dal Museo nazionale Picasso di Parigi

Fino al 6 gennaio 2013

Un’antologica dedicata a uno dei più illustri maestri del Novecento, per ammirare la bellezza e la ricchezza della collezione proveniente del Museo Picasso di Parigi. Una collezione unica ed eccezionale: oltre 200 capolavori tra dipinti, disegni, sculture, fotografie, libri illustrati, stampe e 9 film di Pablo Picasso permetteranno un confronto tra i diversi mezzi espressivi, in un excursus lungo la sua produzione. Una sezione documenta inoltre la mostra presentata nel 1953 proprio nella sede di Palazzo Reale.

Costantino 313 d.C.

Fino al 17 marzo 2013

La mostra celebra l’anniversario della emanazione dell’Editto di Costantino a Milano nel 313 d.C. . L’iniziativa è promossa e prodotta da Comune di Milano – Cultura, Moda, Design, Palazzo Reale, Museo Diocesano di Milano e la casa editrice Electa, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con la Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma, l’Arcidiocesi di Milano e l’Università degli Studi di Milano. L’evento è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e della Segreteria di Stato del Vaticano, con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Patronato della Regione Lombardia e il Patrocinio della Provincia di Milano. La mostra è realizzata con il sostegno della Fondazione Bracco.

HangarBicocca

Via Chiese 2

Orari: gio-dom: 11:00-23:00

Carsten Nicolai

Unidisplay

Fino al 2 febbraio 2013

Inaugurata il 20 settembre, unidisplay è un’installazione audiovisiva lunga circa 40 metri di Carsten Nicolai, artista, musicista e produttore tedesco. Protagonista della scena creativa berlinese degli anni ’90, è conosciuto a livello internazionale: la mostra riunisce in sé i temi più importanti del lavoro di Nicolai, la capacità di rendere percepibile il suono in modo ottico; l’estetica minimale che si traduce nell’uso monotonale del colore e delle sonorità; la propensione verso l’astrazione e quella verso l’infinito.

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia
Via S. Vittore, 21

Orari: mar-ven: 09:30-17:00; sab e fest: 09:30-18:30

Tecnologie che contano

Alan Turing tra macchine e computer

Fino al 28 febbraio 2013

Una mostra dedicata alla storia del calcolo automatico e dell’informatica. Vengono presentati i momenti più significativi, i personaggi più rappresentativi, le macchine e le innovazioni tecnologiche più importanti che l’hanno caratterizzata. Il computer è diventato di fatto uno strumento imprescindibile della nostra quotidianità: ad Alan Turing dobbiamo la formalizzazione del principio di funzionamento degli elaboratori moderni e la visionaria previsione di macchine un giorno in grado forse di pensare.

Museo del 900 – Spazio Mostre

Palazzo dell’Arengario

Via Marconi, 1

Orari: lun: 14:30-19:30; mar-mer-ven-dom: 09:30-19:30; gio-sab: 09:30-22:30

Collezionare il Novecento

1. La donazione Gian Ferrari

Fino al 17 febbraio 2013

L’iniziativa rientra nel ciclo di appuntamenti dedicati a importanti collezioni private dell’arte del Novecento, allestite rievocando la casa del collezionista e ricercando il rapporto tra opera e arredo tipico della dimora privata. In questa prima occasione verrà presentata la donazione di oltre venti opere del ‘900 delle sorelle Gian Ferrari intitolata a Claudia Gian Ferrari.

Museo Diocesano

C.so di Porta Ticinese 95

Orari: mar-dom: 10:00-18:00

Alberto de Braud

Fine del gioco

Fino all’11 dicembre

La personale di Alberto de Braud, curata dal direttore del Museo Diocesano Paolo Biscottini, raccoglie 40 opere dell’artista milanese che da sempre indaga sul tema inesauribile della figura umana e coinvolge il visitatore in questa “fine del gioco” in un affascinante percorso espositivo. Le opere decontestualizzate si rincorrono tra la dimensione del gioco e una realtà in bilico, ironica e bizzarra. Tale processo fornisce allo spettatore solo frammenti della realtà, segni vuoti senza senso, che montati insieme assumono un significato nuovo, arbitrario e imposto dall’artista.

Tornabuoni Arte

Via Fatebenefratelli, 36

Orari: mar-dom: 10:30-12:30/15:30-19:00; lun 15:30-19:00

Alighiero Boetti

Fino al 30 novembre

È certamente uno degli artisti italiani più rappresentativi dell’ultimo ‘900 ricco di umori e fermenti che lo portano all’attenzione della critica fin dai suoi esordi nel 1967 nell’ambito dell’arte povera. Da quella iniziale esperienza Boetti parte per un suo personalissimo itinerario utilizzando per il suo continuo e visionario racconto del mondo una vastissima gamma di tecniche e media: disegno, colorazione, arazzo, fotocopia, stampa fotografia e via elencando. La mostra riunisce una quarantina di opere (alcune delle quali mai esposte in Italia) a partire dai suoi esordi alla metà degli anni ‘60 fino al 1994 anno della sua scomparsa. Un viaggio memorabile all’interno di un mondo di colori e segni fortissimi che hanno rivoluzionato e rinnovato il linguaggio dell’arte nella scena internazionale.