1
1

Lusso, sportività e tradizione Made in Italy

Il made in Italy automobilistico è ricco di auto da sogno. Uno dei brand più famosi rimasto ancora tutto italiano, è Maserati. Quando pensi a Maserati la cosa più immediata che viene in mente è il connubio fra sportività ed eleganza, e la nuova Quattroporte penso sia in assoluto tutto questo. Ammiraglia per eccellenza, ma con grinta da vendere, questo nuovo modello si presenta al pubblico con tante novità assolute. La linea è un trionfo di classe, 5.262 mm di puro stile italiano! Il passo, cioè la distanza fra l’asse anteriore e posteriore, è il più lungo della sua classe, garantendo così un’abitabilità da primato. L’aspetto filante e dinamico reinterpreta in chiave moderna forme già note alla casa del Tridente: cofano 2imponente, nuovi gruppi ottici con tecnologia LED e ampie finestrature con vetri a giorno (senza il classico telaio delle portiere) donano una silhouette inconfondibile a quest’auto. La prima generazione di questo modello risale al 1963, per mano del carrozziere torinese Pietro Frua. Negli anni, pur mantenendo una posizione ben definita, quella di una grande berlina di lusso e dall’indole sportiva, la Quattroporte ha spinto all’eccesso la caratteristica sportiva che ha sempre caratterizzato i modelli Maserati. Il nuovo listino prevede la versione S Q4, GTS e Diesel. A mio avviso, la S Q4 è la vera novità (lo è anche la Diesel, ma non amo questo genere di motorizzazione su auto di questo livello e mi auguro che arrivi presto una versione ibrida) e vediamo il perchè: il sofisticato sistema di trazione integrale Q4 preserva la sensazione di guida sportiva, tipica della trazione posteriore, aumentando però il controllo anche in condizioni di bassa aderenza. Il motore V6 che spinge la S Q4 è abbinato all’ottimo cambio automatico ZF di nuova generazione a 8 rapporti, fantastico nelle sue cinque modalità di funzionamento! Il medesimo cambio è abbinato anche all’esuberante versione GTS, caratterizzata dal motore V8 biturbo di 3,8 litri, capace di generare 530 CV… pazzesco!

NON SOLO CAVALLI…

eccellenze italiane in passerella

23Ma la Quattroporte non è solo cavalli e prestazioni, è anche moda. Infatti è stata presentata al pubblico una versione concept limited edition personalizzata da Ermenegildo Zegna. Un’elegante versione che ripropone i classici stilemi del noto fashion brand italiano. Presenta un allestimento unico e nuovo rispetto al resto della gamma. All’esterno troviamo una nuova vernice che, grazie all’utilizzo di pigmenti di alluminio e a una base nero lucida, amplifica l’effetto brillante dell’alluminio mentre l’abitacolo, vero protagonista di questa versione, presenta toni caldi e classici del moka e del greige, presi e attualizzati direttamente dalle collezioni maschili Zegna. Il resto è cosa nota, pellami di primissima scelta, naturali e nappati, si abbinano sapientemente a un tessuto 22dalla mano morbida e vellutata, studiato appositamente da Zegna per questa concept car. Entrare in una Maserati equivale ad entrare in un salotto, le pelli Poltrona Frau, i legni pregiati, le cuciture fatte a mano, tutto serve a regalare una sensazione di lusso e artigianalità inconfondibile. Le personalizzazioni per tutte le versioni sono sartoriali e ogni cliente può scegliere fra una vasta gamma di accessori ed avere così un’auto unica. Un esempio è il sofisticato sistema Hi-Fi realizzato in collaborazione con Bowers&Wilkins (l’obiettivo di questa azienda, nata nel 1966, è sempre stato quello di creare i migliori altoparlanti al mondo!) che consente di assaporare ogni sfumatura del suono. Quindici altoparlanti distribuiti ovunque per 1.280 Watt di potenza che definisce nuovi standard sul fronte dell’intrattenimento a bordo. Ci sono auto iconiche che già alla loro presentazione diventano istant classic, ecco, a mio parere ogni Maserati Quattroporte è stata, e sarà, un classico intramontabile. Ricordate la più famosa delle Quattroporte? Ero piccolo, ma ricordo sempre con immenso piacere il nostro Presidente Sandro Pertini che sfilava alle parate istituzionali con la sua Maserati (con porta pipe dedicato!), orgoglioso di questo modello che lui stesso volle al Quirinale come auto presidenziale. Una versione chiamata Royale, costruita in soli 53 esemplari e che ha ricoperto per oltre un decennio il ruolo di ambasciatrice della migliore scuola automobilistica italiana nel mondo.

Questo è un ruolo che ancora oggi ben si addice a questo nuovo modello e, ne sono sicuro, saprà regalare ancora tante emozioni ai suoi fortunati acquirenti. I meno fortunati però non dovranno rammaricarsi: incrociare il “suo sguardo”, magari passeggiando in qualche località chic in giro per il mondo, sarà comunque una bella esperienza!

Luca Medici

www.my-home.biz

Photo Gallery © Maserati