COALVI
Coalvi

“La qualità è un dono da condividere”

Le macellerie Coalvi donano 10.000 hamburger al Banco Alimentare

 

Il Coalvi, il Consorzio di Tutela della Razza bovina Piemontese, ha deciso di lanciare una speciale iniziativa a sostegno del Banco Alimentare, l’ente che distribuisce cibo e bevande alle principali mense a soccorso dei meno abbienti. Una collaborazione, quella con il Banco Alimentare, che Coalvi porta avanti da qualche tempo: solo qualche mese fa, ancora lontani da qualsiasi emergenza, Coalvi ha ad esempio donato al  Banco Alimentare del Piemonte 700 kg di bresaole. Oggi, però, in un momento di particolaredifficoltà economica, sanitaria e sociale, la necessità di contribuire concretamente in maniera positiva si è fatta più stringente, e il Coalvi ha deciso di rendere ancora più importante il suo sostegno a chi si occupa di distribuire cibo a chi ne ha bisogno.  Così il Consorzio di Tutela della Razza bovina Piemontese ha pensato di coinvolgere la rete delle sue macellerie in un progetto benefico, perché “la qualità è un dono da condividere”. Con questa iniziativa, circa un centinaio di punti vendita si sono impegnati a donare cento hamburger ciascuno che, tramite le associazioni di volontariato operanti sul territorio, verranno raccolti con il coordinamento del Banco Alimentare del Piemonte, ma interessando tutto il territorio nazionale.
“L’adesione dei punti vendita alla nostra iniziativa”, ci racconta Carlo Gabetti, presidente del Coalvi “è stata entusiastica e sopra ogni aspettativa: siamo orgogliosi della nostra rete vendita piemontese, ma non solo. Ha aderito la Lombardia (con Milano, Como e Pavia), la Liguria (conGenova, Savona e Imperia), il Lazio (con Roma e Frosinone), la Puglia (con Bari), la Sicilia (con
Palermo) e il Veneto (con Vicenza e Padova). È probabile che molti altri punti vendita si uniscano a questi prima del 30 aprile”. L’iniziativa, che si concluderà il 30 aprile, si arricchisce del coinvolgimento della clientela che, al prezzo simbolico di un euro, può aggiungere un ulteriore hamburger al totale e contribuire tangibilmente, con un piccolo gesto, a rendere ancor più grande questa iniziativa. Non viene meno, anche in questo frangente, il ruolo del Consorzio nell’assistenza ai punti vendita che ne portano il marchio Coalvi. Tutti sono stati forniti di istruzioni operative dettagliate per confezionare il prodotto in modo adeguato, così da affrontare in sicurezza il passaggio da più mani, fino alle mense; con tanto di contenitori isotermici in cui stivarlo per mantenere la catena del freddo. Perché rispettare il prodotto vuol dire anche, e soprattutto, rispettare chi lo riceve.

MACELLERIE CALVI

 

COALVI


Trentacinque anni di esperienza, quasi trecento punti vendita in tutta Italia, 1400 allevamenti e circa 20mila bovini etichettati ogni anno: questi sono i numeri del Coalvi, il Consorzio di Tutela della Razza bovina Piemontese. Nato in provincia di Cuneo nel 1984, il Coalvi ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare la pregiata carne di Fassone di Razza Piemontese, controllandola in ogni fase della sua filiera produttiva: dagli allevatori ai consumatori, passando per tutti gli operatori del settore (macellerie, ristoranti, distributori, ecc). Già marchio di qualità con Decreto Ministeriale del 1988, il Coalvi è il primo organismo in Italia ad aver messo a punto un disciplinare di etichettatura volontaria sviluppato esclusivamente per la Razza Piemontese, approvato nel 2000 dal Ministero delle Politiche Agricole (IT007ET). La sua attività di tutela e garanzia, negli anni, ha fatto sì che il marchio Coalvi venisse percepito come segno distintivo della carne di eccellenza, ma anche della grande qualità delle attività commerciali che la propongono ai consumatori. Il risultato è che oggi il marchio Coalvi è sinonimo di origine italiana, rispetto per la tradizione, trasparenza e rispetto per l’ambiente. Il Fassone di Razza Piemontese. La Piemontese è la più importante razza autoctona da carne italiana. Storicamente nota con il nome di “Fassone” (dal piemontese “fasòn”, che significa “di buona fattura”), è conosciuta e apprezzata in tutto il mondo: possiede infatti proprietà organolettiche eccezionali che le permettono  di presentarsi tenera ma al contempo molto magra, per via della fine struttura delle fibre muscolari che la compongono. Per questo, risulta anche essere una carne molto salutare e genuina.  Si tratta di un vero e proprio Sistema di Qualità Nazionale di cui il Coalvi è stato Ente Proponente ed oggi è Capofiliera per molti allevamenti associati che sono stati abilitati a questa certificazione di qualità.