Che cos'è una lampadina smd led

Il LED SMD è il generatore di luce moderno, comune e più diffuso nelle lampadine a incandescenza, a striscia e alogene utilizzate per illuminare spazi interni ed esterni. Ma cosa significa SMD nel nome? In cosa si differenzia il LED SMD dalle altre lampadine?

Caratteristiche dei diodi LED

LED è un’abbreviazione che significa diodo a emissione luminosa (Light-Emitting Diode). I popolari “led” sono già noti dagli anni ’60, quando furono sviluppati da un ingegnere americano, Nick Holonyaka Jr. I LED sfruttano il fenomeno dell’elettroluminescenza – ricombinazione dei portatori di carica. In altre parole, gli elettroni si spostano da un livello energetico superiore a uno inferiore, generando energia sotto forma di luce e calore. I LED hanno un’emissione luminosa quasi istantanea del 100% e non contengono sostanze nocive come piombo o mercurio. I LED hanno guadagnato popolarità anche grazie alla loro affidabilità, all’elevata durata e al basso consumo energetico. Per saperne di più sulle lampadine a LED, consultare l’articolo: Realizzazione di una lampadina LED 230V ad alta efficienza energetica. Cosa si nasconde all’interno?

LED SMD: che cos’è?

I LED SMD sono attualmente il tipo di sorgente luminosa più diffuso, che si trova nella maggior parte delle lampadine, alogene o di altro tipo. L’uso dei LED è ormai praticamente uno standard nella maggior parte dei prodotti di illuminazione. La nuova tecnologia LED ci ha permesso non solo un enorme risparmio energetico, ma anche un funzionamento prolungato e senza guasti. Le lampadine dotate dei LED più luminosi possono essere acquistate oggi per una decina di zloty. Una fonte di luce molto diffusa sono anche altri tipi di LED.

SMD (Surface Mount Technology LED) – indica una variante di installazione del tipo di LED, ovvero il posizionamento in una posizione specifica sulla scheda e il collegamento alla superficie della scheda. Nel caso dei LED SMD https://www.tme.eu/it/katalog/diodi-led-smd_100404/, la produzione di energia è molto bassa, quindi i diodi sono sempre freddi e sono caratterizzati da una resistenza e una durata molto elevate. Le strisce LED SMD sono caratterizzate da un colore puro, un’elevata durata e resistenza ai fattori esterni. Quando si investe nell’illuminazione a LED con LED SMD, è necessario prestare attenzione ai tipi di diodi, perché il mercato offre diverse varianti con intensità luminosa e potenza differenti.

LED SMD o LED COB e CSP, le differenze

Il LED SMD non è l’unico tipo di LED. Oltre a questi, è possibile trovare anche LED COB e LED CSP.
Cosa significano?

  • Il LED CSP (Chip Scale Package) è un tipo di diodo che presenta una piazzola di contatto nella parte inferiore del corpo. Grazie a ciò, non richiede un involucro aggiuntivo e, a differenza dell’SMD, non presenta connessioni microfilo. Il LED CSP non ha nemmeno un filo elettrico e un dissipatore d’argento, responsabili della dissipazione del calore, perché non ne ha bisogno. È un prodotto a bassa resistenza termica. Il grande vantaggio del LED CSP è l’emissione di luce da cinque lati, che aumenta il valore di potenza del flusso luminoso centrale.
  • Il LED COB (Chips On Board LED) è un modulo a diodi integrato. L’elemento di base più importante è un substrato su cui sono montati più chip LED. A differenza dei LED SMD, i COB non necessitano di un alloggiamento, quindi il calore generato dai diodi viene diretto verso la scheda, riducendo l’effetto termico di circa il 25%.