24orenews Web E Magazine

 

Casa. Liberalizzazione del mercato elettrico. Poca fiducia nel mercato libero: 12.000 utenti insoddisfatti si rivolgono a Altroconsumo

A tre anni dalla liberalizzazione del settore elettrico e con la partenza della bioraria Altroconsumo rileva che la maggioranza dei clienti domestici rimane ancora nel mercato tutelato. Solo il 10% delle famiglie ha scelto una fornitura elettrica attingendo da quello libero.

Dal giugno 2009 ad oggi sono state più di 12.000 le segnalazioni giunte a Altroconsumo da parte degli utenti insoddisfatti: errori di fatturazione, scarsa trasparenza delle bollette, problemi sui conguagli, doppie fatturazioni, nonché scarsa chiarezza delle tariffe, delle offerte e marketing aggressivo con adesioni non volute.

Tariffe facilmente comprensibili, controllabili e confrontabili, proposte commerciali trasparenti e non aggressive. Questi i requisiti minimi perché il consumatore possa scegliere il mercato libero. Alle aziende e Autorità la responsabilità di creare queste condizioni di fiducia.

Altroconsumo fa la sua parte mettendo a disposizione sul sito www.altroconsumo.it il calcolatore per scegliere la tariffa che meglio si adatta alle proprie esigenze e il vademecum per aiutare i consumatori ad adeguarsi alla nuova bioraria.

Questi alcuni dei temi discussi oggi durante il dibattito organizzato da Altroconsumo nell’ambito della campagna “Controcorrente” con l’obiettivo di fare luce sulla possibilità di scelta dei consumatori nel mercato elettrico, sulla convenienza e la chiarezza delle offerte praticate, sulle regole e sull’esperienza di altri Paesi.

01-07-2010fonte:

Altoconsumo042010