Cover - Settembre 2013 - 294x
Cover Settembre 2013 294x

NON È UN “BEL VEDERE”

Per lavoro e talvolta per piacere, in questi mesi estivi mi sono trovato spesso a “girare” per le vie del centro di Milano. Piazza Duomo, la Galleria, via Dante, C.so Vittorio Emanuele, via Manzoni, le vie del quadrilatero della moda, Piazza San Babila: non vi nascondo, però, il mio sconcerto. Molti milanesi pensano sempre più spesso di vivere da giugno ad agosto in una gradevole cittadina di mare. È il trionfo dell’infradito, dei pantaloni corti, dello scamiciato, delle borse mare. Pare sparita, sia per le donne che per gli uomini, la piacevole moda estiva fatta di abiti di lino e di altri tessuti lavorati e colorati. Possiamo dire che si aspettava giugno per rinnovare dopo un anno, il piacere di incontrare nelle nostre strade le tante “tonalità” più trendy della moda d’estate. Certo tutte le nostre consolidate abitudini sono oggi messe in discussione dai difficili tempi che stiamo vivendo, ma io credo che in profonda crisi sia andato soprattutto il buongusto. Capiamoci, non possiamo pretendere dai turisti un abbigliamento “modaiolo” ma ai milanesi possiamo chiedere un abbigliamento che non faccia passare Milano per la spiaggia di Rimini o via Montenapoleone per la via dell’amore alle Cinque Terre. Credetemi non c’è alcun moralismo in ciò che ho colto in questa estate milanese, vorrei solo che educazione e buongusto tornassero ad occupare il loro posto in società. Troppo spesso perdiamo il senso delle cose, i grandi del mondo che si credono “à la page” perché si fanno fotografare “scravattati” nella loro rituale foto di gruppo, molti nostri parlamentari che hanno scambiato le aule solenni di Montecitorio e di Palazzo Madama per le tribune di uno stadio. Credetemi, non è un “bel vedere”.

 Carlo Kauffmann

   SFOGLIA LE RIVISTE

 Clicca sull’immagine per sfogliare la rivista