dott.ssa Paola Lattuada, Direttore Generale Paola Giuliani, Direttore Sanitario Anna Maria Maestroni, Direttore Socio Sanitario Luca Marcello Manganaro, Direttore Amministrativo

Tre donne e un uomo alla guida dell’ospedale Gaetano Pini-CTO, eccellenza del panorama sanitario italiano in ambito Ortopedico e Reumatologico

La dott.ssa Paola Lattuada, Direttore Generale, è la prima donna alla guida dell’ASST Gaetano Pini-CTO e ha formato una squadra di Direzione in prevalenza femminile

Sono la dott.ssa Paola Lattuada, Direttore Generale, la dott.ssa Paola Giuliani, Direttore Sanitario, la dott.ssa Anna Maria Maestroni, Direttore Socio Sanitario e il dott. Luca Marcello Manganaro, Direttore Amministrativo i nuovi membri della Direzione Strategica dell’ASST Gaetano Pini-CTO di Milano. Per la prima volta nella lunga storia del Gaetano Pini, che parte del 1874, l’ospedale è diretto da una donna e da una squadra di direzione prevalentemente al femminile. Migliorare le sinergie tra le varie realtà e professionalità dell’ASST, maggior presidio del territorio e investimento sulla ricerca sono i punti cardine su cui sta già lavorando la nuova Direzione.

In particolare, ha a cuore la ricerca la dott.ssa Paola Lattuada che, nella sua precedente esperienza, è stata il Direttore Generale di un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) quale è l’ospedale neurologico “Carlo Besta”. Economista, milanese, classe 1962, ricopre ruoli dirigenziali in sanità dal 2011, prima agli ex Istituti Clinici di Perfezionamento, poi alle ATS di Insubria, infine al Besta prima di arrivare all’ASST Gaetano Pini-CTO anche se il suo lavoro preferito, dice, è fare la mamma. “Sono felice e orgogliosa di ricoprire questo ruolo, in uno degli ospedali milanesi che ha scritto la storia della medicina in Italia per quanto concerne l’Ortopedia e la Reumatologia. Porto all’ASST Gaetano Pini-CTO la mia esperienza come economista, alla scopo di valorizzare il patrimonio di questa istituzione per attrarre investimenti da destinare alla ricerca”, dice la dott.ssa Lattuada.

Valorizzazione che deve passare attraverso un piano strategico e l’ammodernamento delle tecnologie, come spiega la dott.ssa Paola Giuliani, Direttore Sanitario dell’ASST Gaetano Pini-CTO che, nella medesima posizione, ha guidato l’ASST Valle Olona nel corso della pandemia che ha duramente colpito anche quei territori. Medico specializzato in Igiene e Medicina preventiva, classe 1963, ha una lunga esperienza nella gestione della Qualità e del Risk Management. “Possiamo dire di trovarci nell’era post-Covid – afferma la dott.ssa Giuliani – ovvero in un periodo durante il quale dobbiamo fare tesoro di quanto abbiamo imparato durante la pandemia e progettare un futuro che sia all’altezza del prestigio di questa istituzione. Ringrazio la dott.ssa Lattuada per avermi chiamata in squadra perché, da milanese, sono molto contenta di essere parte di un pezzo importate della città”.

A proposito di città, il territorio entrerà con più decisione nella strategia di gestione della ASST Gaetano Pini-CTO, secondo le intenzioni della dott.ssa Anna Maria Marchesoni, Direttore Socio Sanitario che proviene da ATS Brianza dove gestiva il PAAPSS, Dipartimento della programmazione, accreditamento, acquisto delle prestazioni sanitarie e sociosanitarie, ma che in ATS Città Metropolitana di Milano ha lavorato proprio sull’integrazione di servizi e territorio. Medico specializzato in Geriatria, lavorerà per rafforzare le reti territoriali: “Ringrazio la dott.ssa Lattuada per avermi concesso questa possibilità. Lavoreremo per migliorare l’approccio soprattutto verso i pazienti anziani che sono gli utenti che hanno maggiormente bisogno delle cure dei professionisti del Pini-CTO, grazie alle numerose professionalità presenti in questa ASST, volenterose di aprirsi al territorio”.

A supporto delle idee e dei progetti futuri dovrà esserci un solido apparato amministrativo, sotto la guida del dott. Luca Marcello Manganaro che ha già ricoperto il ruolo di Direttore Amminstrativo al fianco della dott.ssa Lattuada al IRCCS Carlo Besta. Da 7 anni in Sanità, dopo lunghi anni come dirigente dell’INPS, ha studiato Economia e si è formato come manager della Pubblica Amministrazione: “Partiremo dal lavoro ben svolto dai nostri predecessori – dice il dott. Manganaro –  per essere da supporto alle attività dell’ASST Gaetano Pini-CTO secondo un ordine di priorità che ho già definito con la squadra di Direzione. Ringrazio la dott.ssa Lattuada, con la quale collaboro già da diversi anni, per la rinnovata fiducia che ha riposto in me”. 

*****

L’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Gaetano Pini-CTO, punto di riferimento per l’ortopedia, la riabilitazione specialistica, la reumatologia e la neurologia, a livello nazionale, comprende a Milano tre presidi ospedalieri: il Gaetano Pini, il CTO e il Polo Riabilitativo Fanny Finzi Ottolenghi. L’ASST Gaetano Pini-CTO – evoluzione della Scuola Ortopedica milanese nata nel 1874 – è specializzata in patologie e traumi dell’apparato muscolo-scheletrico, reumatologia e fisiatria. L’Azienda accoglie ogni anno più di 800mila utenti e i suoi specialisti lavorano con le più sofisticate tecniche di imaging, attraverso sale operatorie sia convenzionali sia dotate di robotica. L’ASST Gaetano Pini-CTO è centro erogatore per la presa in carico dei pazienti cronici nell’ambito delle patologie reumatologiche e della Malattia di Parkinson.

Articolo precedenteAka7even live – nuove date 2022 | 23.01 Napoli, 26.01 Milano, 30.01 Roma
Articolo successivoTriennale Estate: presentazione del programma Milano Urban Center 2021 | 18 maggio