Ferrari-Milano

FERRERO, FERRARI E BARILLA SUL PODIO DELLE 100 AZIENDE CON LA MIGLIORE REPUTAZIONE IN ITALIA SECONDO L’INDAGINE ALES-MERCO.

Ferrero

FerrariBarilla

 

 

 

 

Otto aziende del Made in Italy tra le prime 10.
Gruppo Fca in decima posizione.

Sono Ferrero, Ferrari e Barilla le tre aziende che conquistano il podio delle 100 imprese con la migliore reputazione in Italia in base alla prima edizione dell’indagine sulla reputazione aziendale elaborata dall’istituto indipendente Ales Market Research, realtà con 20 anni di esperienza nelle ricerche di mercato, che ha utilizzato la metodologia MERCO, l’unico monitoraggio di reputazione al mondo oggetto di verifica da parte di un ente esterno. La corretta e puntuale applicazione della metodologia e l’elaborazione della classifica è stata infatti verificata in modo indipendente da KPMG. Il Made in Italy viene premiato dall’indagine con 8 aziende nella top ten; oltre alle prime tre classificate spiccano Luxottica, Eni, Lavazza, Armani e il Gruppo FCA.

Il ranking si configura come unico nel suo genere anche perché elaborato soprattutto sulla base del giudizio di professionisti e addetti ai lavori e non di un campione composto da soli consumatori.

L’indagine, che si è svolta nell’arco di sette mesi a partire dal dicembre scorso, ha infatti coinvolto 1346 profili divisi in tre categorie: 246 dirigenti e manager di aziende che operano in Italia con un fatturato superiore a 10 milioni di euro, 100 esperti (analisti finanziari, giornalisti, responsabili di ONG e social media managers) e 1000 consumatori. Ogni categoria ha analizzato le aziende in base a diversi fattori ed ha ottenuto un peso differente nella definizione del ranking. Caratteristica peculiare della ricerca è stata l’importanza attribuita al campione professionale che pesa per l’80% nella definizione della classifica finale.

I dirigenti e manager d’azienda hanno infatti giudicato aspetti come i risultati economico-finanziari, la qualità dell’offerta commerciale, la capacità di attrarre e trattenere i talenti, l’etica e la responsabilità d’impresa, la dimensione internazionale dell’azienda e l’innovazione. Gli esperti hanno considerato gli elementi a loro più familiari ad esempio la qualità delle informazioni fornite, l’efficacia nella comunicazione aziendale, l’impegno verso la comunità o l’innovazione nella comunicazione digitale mentre i consumatori hanno valutato la reputazione commerciale delle aziende secondo 10 variabili, tra queste il rapporto qualità-prezzo, l’empatia, l’impegno ambientale, ed infine la reputazione generale.

Analizzando le aziende con la migliore reputazione nei singoli settori, Intesa Sanpaolo è in testa nel bancario e assicurativo, Google nell’ informatica, IKEA in quello relativo a complementi d’arredo/tessile/casa, Accenture è prima tra le società di consulenza, Eni nel settore energia, acqua e gas, Amplifon nel farmaceutico & apparecchi, Hilton nell’hotel & Turismo, Luxottica nel settore moda & accessori.

Il monitoraggio realizzato dall’indagine è stato aperto e gratuito e l’inserimento nella classifica determinato unicamente dall’opinione espressa da dirigenti e manager. La ricerca ha inoltre rispettato la norma ISO 20252 relativa alle ricerche di mercato e il codice di condotta International Chamber of Commerce/ESOMAR riconosciuto come riferimento su scala mondiale.

“La reputazione è un elemento fondamentale, forse il più importante, per il successo di un’azienda sul mercato ed è per questo che la prima edizione dell’indagine ALES Merco Italia costituisce un contributo importante e inedito offerto alle aziende per comprendere i propri punti di forza e di debolezza, perché elaborato soprattutto grazie al giudizio di direttori d’azienda, manager e addetti ai lavori cioè da persone che conoscono profondamente il mondo delle imprese .Inoltre la metodologia risponde a criteri di indipendenza, perché nessuna azienda può pagare per essere inclusa nel ranking, verificabilità e trasparenza, perché viene pubblicato l’intero ranking così come verificato da KPMG– ha affermato Tommaso Pronunzio, Partner e CEO di Ales Market Research – E’ importante sottolineare il ruolo da protagoniste giocato dalle aziende del Made in Italy che hanno occupato quasi completamente le prime dieci posizioni, diviso equamente con le aziende estere la loro presenza numerica nella classifica generale e conquistato il primo posto in diversi settori. E’ un dato che dimostra ancora una volta la vitalità della aziende italiane e fa ben sperare per il futuro del nostro paese.”

Maggiori dettagli sulla metodologia ALES-MERCO ITALIA sono disponibili su https://www.alesresearch.com/it/merco-metodologia

LA CLASSIFICA COMPLETA (IN GIALLO I BRAND DEL SETTORE MOTORI)

  • 1º FERRERO
  • 2º FERRARI 
  • 3º BARILLA
  • 4º LUXOTTICA
  • 5º GOOGLE
  • 6º ENI
  • 7º LAVAZZA
  • 8º SAMSUNG
  • 9º ARMANI
  • 10º GRUPPO FCA
  • 11º ESSELUNGA
  • 12º DISNEY
  • 13º NETFLIX
  • 14º ENEL
  • 15º MICROSOFT
  • 16º APPLE
  • 17º IKEA
  • 18º COCA COLA
  • 19º SONY
  • 20º LOREAL
  • 21º DUCATI
  • 22º ILLY
  • 23º GUCCI
  • 24º LEGO
  • 25º BANCA INTESA SANPAOLO
  • 26º LAMBORGHINI
  • 27º CALZEDONIA
  • 28º COOP
  • 29º MONCLER
  • 30º GRUPPO CAMPARI
  • 31º VODAFONE
  • 32º PIRELLI
  • 33º HEINEKEN
  • 34º ROLEX
  • 35º UNICREDIT
  • 36º GRUPPO MONDADORI
  • 37º NESTLÉ
  • 38º PROCTER & GAMBLE
  • 39º BRUNELLO CUCINELLI
  • 40º CONAD
  • 41º ASSICURAZIONE GENERALI
  • 42º LOACKER
  • 43º AMPLIFON
  • 44º PRADA
  • 45º ROCHE
  • 46º FACEBOOK
  • 47º GRUPPO MENARINI
  • 48º SKY
  • 49º TELECOM
  • 50º TODS
  • 51º AUDI
  • 52º UNILEVER
  • 53º BANCA MEDIOLANUM
  • 54º SIEMENS
  • 55º DANONE
  • 56º ABOCA
  • 57º MEDIASET
  • 58º FINCANTIERI
  • 59º UBI BANCA
  • 60º BREMBO
  • 61º MARS
  • 62º PONTI
  • 63º LEONARDO
  • 64º FABBRI
  • 65º HILTON HOTELS & RESORTS
  • 66º CANON
  • 67º DIESEL
  • 68º GENERAL ELECTRIC
  • 69º CITIZEN
  • 70º CALEFFI
  • 71º EATALY
  • 72º NOVARTIS
  • 73º PRYSMIAN
  • 74º FASTWEB
  • 75º BOLTON GROUP
  • 76º JOHNSON & JOHNSON
  • 77º GLAXOSMITHKLINE
  • 78º AIRBNB
  • 79º ACCENTURE
  • 80º CISCO
  • 81º PFIZER
  • 82º SC JOHNSON
  • 83º ELISABETTA FRANCHI
  • 84º BOTTEGA VENETA
  • 85º CONDE NAST
  • 86º BASF
  • 87º BOSTON CONSULTING GROUP
  • 88º ELI LILLY
  • 89º AIR FRANCE KLM
  • 90º HEARST
  • 91º ASTRAZENECA
  • 92º MCKINSEY
  • 93º FLORIM
  • 94º ABBVIE
  • 95º CHIESI FARMACEUTICI
  • 96º ALEXION PHARMA
  • 97º DALLARA
  • 98º JANSSEN
  • 99º MERCK
  • 100º FORD

ALES MARKET RESEARCH
Ales Market Research è un istituto indipendente di ricerca italiano, fondato nel 2000, che aiuta i clienti a trovare soluzioni di marketing efficaci e Consumer Insight rilevanti. Lavora con più di 70 aziende ed ha condotto ricerche in 46 paesi in tutto il mondo. Ales Market Research è specializzato sia in tecniche qualitative che quantitative, ed offre soluzioni sia off-line che on-line. Negli ultimi 4 anni il fatturato di vendita è variato tra 2,5 e 3 milioni di euro.

Articolo precedenteGiochi e sorrisi da Jesolo ai bambini dell’IRCCS “Burlo Garofolo”
Articolo successivoToni Servillo a #Giffoni50: “Il Festival un segnale di resistenza e un messaggio di vita”