Capelli

La cura dei propri capelli è importante per preservarne la bellezza e la salute nel tempo.

Un po’ come la pelle, anche i capelli necessitano di essere nutriti a fondo, per avere un aspetto sano, luminoso e morbido. A prescindere dalla tipologia di capelli, infatti, se non curata e trattata con i prodotti giusti la chioma tenderà a indebolirsi, spezzarsi e a perdere lucentezza e vigore.  Spesso si ritiene che per essere sempre in ordine basti lavare spesso i capelli o sottoporli quotidianamente allo stress di strumenti a caldo come piastra e phon, ma se non ci si prende cura prima della loro salute, non ci sarà acconciatura che tenga.

Ecco allora che, oltre allo shampoo, anche l’impiego di altri prodotti non è da trascurare per risultati ottimali. Tra questi si afferma l’hair conditioner o il condizionante per capelli. Erroneamente si crede che questo prodotto possa essere utile solo a chi ha capelli ricci o mossi, in realtà ogni tipo di capello può avere bisogno di un condizionante. Ma quali sono le sue caratteristiche?  È un prodotto specifico per migliorare la pettinabilità del capello, sciogliendo nodi senza appesantire la chioma. Inoltre, il condizionante è utile anche per ridurre la carica elettrostatica dei capelli, facilitandone il controllo e lo styling dopo il lavaggio.

Conditioner idratanti, liscianti, elasticizzanti…ne esistono di vari tipi, formulati appositamente per le diverse tipologie di capelli. Ci sono quelli con funzione discipliante, altri dalle proprietà ristrutturanti e altri ancora pensati per donare maggior morbidezza e luminosità della chioma. Si può quindi optare per diversi brand e formulazioni a seconda dell’esigenza. Ad esempio, i conditioner Davines sono disponibili per tutti i tipi di capelli e in differenti texture e formati a seconda della funzione.

Come lavora e come applicare il condizionante

Il condizionate per capelli si presenta solitamente sotto forma di spuma o crema, da applicare sui capelli umidi, dopo lo shampoo. È importante che i capelli non siano troppo bagnati, perché il prodotto non verrebbe assorbito completamente, al contrario, bisogna rimuovere bene l’acqua in eccesso prima di applicare una noce di prodotto. La quantità, in realtà, dipende molto dalla lunghezza dei capelli. Una dose di crema dovrebbe andar bene per lunghezze corte e medie. Per capelli più lunghi, invece, servono almeno un paio di manciate di prodotto. Una volta steso su tutta lunghezza dei capelli, evitando il contatto con la cute e la radice dei capelli, il conditioner va lasciato in posa per un paio di minuti o come da indicazione riportata sul flacone, prima di essere risciacquato abbondantemente. Durante lo shampoo, lo sporco, il sebo e i residui di prodotti vengono rimossi e le cuticole del capello si aprono. Passandolo sui capelli, il conditioner nutrirà a fondo il capello, sigillando le cuticole e rinforzandole, creando una barriera protettiva.

I benefici del conditioner

Come detto in precedenza, esistono molteplici prodotti di questo tipo in commercio. È importante, pertanto, scegliere quello più adatto ai propri capelli.  benefici di un’applicazione costante sono evidenti, tuttavia è sempre consigliato optare per prodotti privi di ingredienti di scarsa qualità e realizzati con formulazioni specifiche in base alla propria chioma. Che si tratti di capelli che desiderano semplicemente maggior morbidezza o di capelli trattati e aridi che necessitano di extra cura, come tutti i prodotti, è bene sceglierli con cura.  Un buon condizionante, inoltre, non irrita il cuoio, né occlude i pori, non appesantisce, né lascia i capelli “unti” all’apparenza.  Questo prodotto infine, è valido alleato anche per protegge il colore naturale e cosmetico dei capelli, anche in questo caso, è sempre consigliato acquistarne uno specifico per capelli colorati.

Articolo precedenteForte dei Marmi Mostra Incontemporanea 2023
Articolo successivoMobilità sostenibile e noleggio green: l’impegno di ALD Automotive