girls 1031538 1920 r

Quando si ha un rapporto sessuale non protetto e la donna non è alla ricerca di una gravidanza, è possibile assumere la pillola del giorno dopo che va ad intervenire direttamente sull’ovulo, ritardando il suo percorso verso la fecondazione. L’Aifa e l’OMS hanno stabilito che la pillola dei cinque giorni dopo EllaOne può essere assunta anche dalle minorenni, senza dover ricorrere alla prescrizione di una ricetta. In questo modo, si va a tutelare la salute fisica e psicologica delle adolescenti. Secondo l’Agenzia Italiana del Farmaco, infatti, la pillola EllaOne è uno strumento altamente efficace per la contraccezione di emergenza.

Pillola del giorno dopo EllaOne

La pillola dei cinque giorni dopo EllaOne può essere assunta anche dalle minorenni perché è ritenuta, dall’Aifa, una contraccezione d’emergenza che viene tollerata perfettamente dal corpo di una donna o di una giovane adolescente. Questa pillola, infatti, non causa degli effetti collaterali gravi ma si limita a provocare, in alcuni casi, mal di testa, nausea, stanchezza o cambiamenti di umore.

La pillola del giorno dopo EllaOne non necessita di esami del sangue o di esami di follow-up dopo la sua assunzione. Le numerose ricerche ritengono che l’efficacia di questa pillola sia nettamente superiore rispetto alle alternative, raggiungendo il 95% di efficacia nei primi 2 giorni successivi al rapporto sessuale non protetto.

Questa pillola può essere assunta fino alle 120 ore successive al rapporto e la sua efficacia inizia una graduale riduzione dopo le 48 ore, per questo motivo è altamente consigliato assumere la pillola il prima possibile dopo un rapporto sessuale non protetto.

Come funziona la pillola EllaOne

Quando si ha un rapporto sessuale non protetto, gli spermatozoi risalgono le tube di Falloppio e restano in attesa che l’ovulo da fecondare venga rilasciato dall’ovaio. Gli spermatozoi vivono per 5 giorni all’interno dei genitali femminili ed è per questo motivo che la pillola EllaOne ha un’efficacia fino 5 giorni dal rapporto non protetto, così da ritardare l’arrivo dell’ovulo, rendere inefficaci gli spermatozoi e ridurre i rischi di una gravidanza indesiderata.

È essenziale assumere la pillola dei cinque giorni dopo EllaOne il prima possibile per massimizzare gli effetti del contraccettivo di emergenza. La pillola non è abortiva, quindi non è efficace se la fecondazione è già stata avviata.

La pillola EllaOne è a base di ulipristal acetato, un modulatore selettivo sintetico del recettore del progesterone che agisce legandosi con grande affinità al recettore umano del progesterone.  EllaOne è un grado di inibire o ritardare l’ovulazione bloccando l’aumento dei livelli di ormone luteinizzante (LH) e l’Ulipristal acetato è in grado di posticipare la rottura del follicolo per circa 5 giorni.

I risultati ottenuti da degli studi clinici dimostrano che il principio attivo dell’ulipristal acetato diminuisce notevolmente il rischio di gravidanza. Dopo l’assunzione della pillola bisogna aspettare l’arrivo delle mestruazioni che, nella maggior parte dei casi, possono subire delle variazioni e arrivare in anticipo o in ritardo.

In caso di ritardo di oltre 7 giorni nella comparsa delle successive mestruazioni, se il sanguinamento delle mestruazioni attese è anomalo, bisogna eseguire un test di gravidanza preventivo.