Conferenza Stampa Forestami 2020
David assoli

Quest’oggi presso il Giardino Giancarlo de Carlo di Triennale Milano, nell’ambito degli incontri promossi dall’Urban Center, il Comitato Scientifico di Forestami – presieduto da Stefano Boeri – ha presentato i numeri relativi alla piantumazione della stagione agronomica 2019-2020, le nuove aree che saranno destinate alla forestazione urbana e la governance che guiderà il progetto. Presenti il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e il Sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Continua a crescere e svilupparsi Forestami, il progetto di forestazione urbana nato su iniziativa di Comune e Città Metropolitana di Milano, sulla base di una ricerca del Politecnico di Milano grazie al sostegno di Fondazione Falck e FS Sistemi Urbani, promosso da Parco Nord Milano, Parco Agricolo Sud Milano, ERSAF e Fondazione di Comunità Milano, che intende portare 3 milioni di nuovi alberi e arbusti nell’area metropolitana entro il 2030.

Una collaborazione importante, quella in essere tra tutti i soggetti promotori, che ha permesso di costruire una visione strategica sul ruolo del verde nell’area metropolitana milanese e sta dando vita a un processo di censimento, valorizzazione e implementazione di tutti i sistemi verdi, per favorire politiche e progetti di promozione di attività di forestazione urbana. Lo stato di avanzamento delle attività è stato presentato questa mattina nel Giardino Giancarlo de Carlo di Triennale Milano, nell’ambito degli incontri promossi dall’Urban Center del Comune.

Il progetto, lanciato lo scorso 21 novembre in Triennale in occasione del World Forum on Urban Forests Milano Calling, si sta preparando alle prossime stagioni di piantagione attraverso un costante lavoro di ricerca, a cura del Politecnico di Milano e del Comitato Tecnico, finalizzato all’individuazione di nuove aree della Città Metropolitana da destinare ai prossimi interventi di forestazione urbana.

In questi mesi, il lavoro di Forestami con i Comuni e gli Enti Territoriali di Città Metropolitana ha portato all’individuazione di 253 nuove aree disponibili per ulteriori progetti di forestazione urbana (pari ad una superficie complessiva di 713 ettari) di cui 167 aree (pari a 344 ettari) già disponibili per progetti di forestazione urbana a partire dalla prossima stagione agronomica (novembre 2020).

Delle 253 aree individuate: 110 saranno destinate alla realizzazione e implementazione di aree verdi e parchi urbani; 82 alla realizzazione nuovi boschi e fasce boscate; 20 a interventi di forestazione in ambiti residenziali e a servizi (9 scuole, 1 centro sportivo, 2 parrocchie, 1 area feste); 14 a interventi di riqualificazioni boschive; 4 a interventi in aree di particolare rilevanza da un punto di vista naturale; 2 interventi in orti urbani. A queste aree si aggiungono: oltre 137 km di percorsi esistenti da implementare con filari e siepi, 12 km di percorsi da realizzare ex novo e oltre 1 km di filari da ripristinare dopo una tromba d’aria avvenuta nel 2019.

Le aree destinate ai prossimi progetti di forestazione sono state messe a disposizione da:

  • 24 Comuni della Città Metropolitana: Abbiategrasso, Cesano Boscone, Carpiano, Colturano, Cornaredo, Gaggiano, Locate di Triulzi, Melegnano, Melzo, Paullo, San Zenone al Lambro, Segrate, Trezzano sul Naviglio, Vimodrone, Vizzolo Predabissi, Basiano, Cambiago, Carugate, Corsico, Gudo Visconti, Masate, Pioltello, Rho, Settimo Milanese
  • 3 Parchi regionali: Parco Agricolo Sud Milano, Parco Nord Milano e Parco Lombardo della Valle Ticino
  • 2 PLIS (parco locale di interesse sovracomunale) Parco Agricolo Nord Est e Parco Est delle Cave

Nella stagione agronomica 2019-2020 (novembre 2019 – marzo 2020) nella Città Metropolitana sono stati messi a dimora 76.577 tra alberi, piante forestali e arbusti. Un obiettivo che nonostante lo stop imposto dalla pandemia non è molto distante dalle 101.446 piantumazioni che 104 comuni su 133 della Città Metropolitana e Enti Territoriali si erano dati come obiettivo. Delle 24.825 piantumazioni sospese a causa della pandemia, 19.778 saranno recuperate a partire da novembre 2020 con l’avvio della nuova stagione agronomica.

Nel solo Comune di Milano, nell’ultima stagione agronomica il numero delle piantumazioni diffuse che ha coinvolto anche cittadini, studenti, associazioni e aziende private è stato di 23.704 esemplari di cui 19.054 alberi e 4.650 arbusti. “In tre anni abbiamo più che raddoppiato il numero di alberi piantati a Milano, tutti mappati in un portale consultabile dai cittadini – ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano Pierfrancesco Maran –. Un risultato non così scontato, considerando la densità della città, ma che ci sprona a fare sempre meglio e di più, incrementando gli interventi nei parchi, rendendo più belle e sostenibili le strade e le piazze di tutti i quartieri, riducendo le isole di calore. La forza del progetto Forestami sta nel riuscire a fare sistema tra i territori della Città Metropolitana, moltiplicando i benefici ambientali e creando una continuità verde, a partire dalla nascita del Grande Parco Metropolitano con la connessione tra il Parco Nord e il Parco Sud, tassello della Milano 2030 che vedrà la nascita di almeno 20 nuovi parchi in città”.

Al fine di garantire lo sviluppo del progetto Forestami, il Comitato Scientifico, organo che ne sovraintende tutte le decisioni strategiche, presieduto da Stefano Boeri, ha assegnato a Fabio Terragni il ruolo di Project Manager. Il Comitato Scientifico ha, inoltre, nominato Maria Chiara Pastore Direttore Scientifico, Riccardo Gini Direttore Tecnico e Michela Palestra referente istituzionale del progetto per Città Metropolitana. La comunicazione di Forestami è stata affidata a SUPER, Scuola Superiore d’Arte Applicata del Castello diretta da Stefano Mirti che ha nominato Rossella Citterio Direttore della Comunicazione.

Forestami si pone l’obiettivo, fin da ora, di coinvolgere nel progetto tutti i cittadini dell’area metropolitana poiché solo grazie al contributo e alla passione di tutti sarà possibile centrare l’obiettivo di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030. Parte, dunque, da oggi una campagna di crowdfunding finalizzata a supportare le prossime piantumazioni.

I cittadini verranno, inoltre, coinvolti attraverso la campagna social #storiedialberi, per dar voce ai propri alberi del cuore e condividere le storie che si raccontano attorno al verde del proprio territorio. Le foto e le storie saranno raccolte in vista del grande appuntamento del 21 novembre ovvero la Giornata Nazionale degli Alberi, in occasione della quale Forestami mobiliterà tutte le community che, a livello metropolitano e nazionale, si occupano di forestazione urbana per lanciare un appello affinché l’implementazione e la manutenzione del verde pubblico possano diventare una delle priorità nelle agende di tutti gli amministratori locali e nazionali. Sempre in vista della Giornata Nazionale degli Alberi, a settembre, si terrà il primo “Forum Forestami” una giornata per raccogliere le idee le proposte di tutti: soggetti, reti, associazioni no profit e aziende che hanno a cuore i temi dell’ambiente e della sostenibilità.