OpenArt 2021 00
Andrea Felice

Si è conclusa ieri a Roma la XVIII edizione del premio OpenArt 2021

La rassegna–premio, che si è svolta dal 9 al 12 febbraio presso la Biblioteca Angelica in Piazza Sant’Agostino, è stata organizzata in collaborazione con www.marguttarte.com, una galleria virtuale che si occupa della promozione dei giovani artisti. OpenArt ha visto il suo esordio presso le splendide Sale del Bramante in Piazza del Popolo per poi trasferirsi per alcuni anni al Teatro dei Dioscuri al Quirinale. All’interno del catalogo OpenArt 2021 è presente la splendida poesia di Marco Corsi dal titolo Nora. Il premio OpenArt si è avvalso della collaborazione del critico d’arte la Dott.ssa Elisabetta La Rosa. La collaborazione di Michele Crocitto è stata fondamentale per la promozione artistica dell’evento.

I canali social del premio, Instagram “premiopenart” e Facebook “OpenArt 2021”, hanno seguito l’evento pubblicando le immagini della manifestazione e alcune sue curiosità. La Biblioteca Angelica ormai sembra essere la casa naturale del Premio OpenArt che ogni edizione presenta artisti provenienti da diverse parti del mondo. Anche questa edizione ha visto la presenza di presenti gli artisti stranieri: Giappone, Argentina, Messico e nonostante la pandemia che ha colpito il mondo, OpenArt ha voluto e potuto esporre i lavori presso la Biblioteca Angelica.

Gli artisti partecipanti:

  • Agostini Loretta,
  • Nicoleta Bautu,
  • Claudiu Bellocchio,
  • Nicoletta Bertoncini,
  • Anna Rita Boccacci,
  • Barbara Busetto,
  • Marco Castellari,
  • Camilla Cedroni (Milart),
  • Vincenzo Costanzi,
  • Odette Cuervas Ceròn,
  • Anna D’Elia,
  • Taichi Ichikawa,
  • Alberto Gulminetti,
  • Andrea Felice,
  • Katarzyna Lata,
  • Khrystyna Hrynyshyn,
  • Carla Lupi,
  • Stefania Luz Noya,
  • Luigi Marano,
  • Maria Felice Vadalà,
  • Laura Minuti,
  • Nue_Art (Antonella Castrovillari),
  • Tommaso Patruno,
  • Giuseppe Perrone,
  • Patrizia Piccioni,
  • Davide Quaglietta,
  • Rana Sayegh,
  • Marlè Robinson,
  • Domenico Risiglione,
  • Ema Resart,
  • Manuela Scannavini,
  • Massimo Schito,
  • Thea Vasta,
  • Domenico Zaccaria,
  • Marina Zanello.

La premiazione è avvenuta il 12 febbraio ed ha decretato i seguenti vincitori, per la sezione pittura la prima classificata è stata l’artista Nicoleta Bautu con l’opera “Solitudine”, il secondo posto è andato ad Andrea Felice con “I Figli dell’invasione” e il terzo classificato è stato Massimo Schito “vibrazione ottica”.

Oltre ai premi sono state consegnate le Menzioni speciali: Taichi Ichikawa, Camilla Cedroni (Milart), Luigi Marano, Giuseppe Perrone e Marlè Robinson.

La scultura è stata rappresentata dall’artista Laura Minuti con “La Dolce Vita”.

Il premio OpenArt si appresta a preparare l’edizione OpenArt 2022.

Gianluca Morabito