Leffe Live cooking Borghese Cotoletta alla bolognese

Grande attesa per l’ultimo dei due appuntamenti in streaming realizzati da Chef Alessandro Borghese e Leffe sul canale Instagram.
Obiettivo: offrire agli utenti momenti unici in compagnia, in totale sicurezza, grazie alla preparazione di due piatti della tradizione italiana, ovviamente accompagnati da un’ottima birra!
Prevista inoltre una donazione a favore di Banco Alimentare, che permetterà di raccogliere e distribuire alimenti pari a 100.000 pasti.
A questo link la ricetta del primo appuntamento, fusilli alla vignarola.

Leffestorico marchio AB InBevha dato vita il 25 aprile all’iniziativa di successo “Raddoppia il gusto! Cucina a fianco di Chef Borghese”, in cui il famosissimo Chef si è cimentato in un esclusivo live cooking in diretta streaming sul proprio canale Instagram. Come per il primo appuntamento (con fusilli alla vignarola associati a Leffe Blonde), anche il secondo (previsto per il prossimo 2 maggio) vedrà Chef Borghese intrattenere i propri follower, accompagnandoli in diretta nella preparazione di una buonissima cotoletta alla bolognese abbinata a una birra Leffe Rouge.

Inoltre, per dare un segnale concreto di supporto alle persone in un periodo così difficile, Leffe ha deciso di realizzare contestualmente all’iniziativa una donazione a favore di Banco Alimentare, che permetterà di raccogliere alimenti e distribuirli ad associazioni caritatevoli, per offrire a coloro che ne hanno più bisogno l’equivalente di 100.000 pasti.

Il progetto di live cooking e la contestuale azione di sostegno all’importante Onlus hanno l’obiettivo di far riscoprire i valori della tradizione italiana, stando bene (e sicuri) insieme, e della generosità, così centrali per Leffe.

Inoltre, “Raddoppia il gusto! Cucina a fianco di Chef Borghese” si colloca all’interno della campagna Leffe “Raddoppia il Gusto”, che ha l’obiettivo di valorizzare la ritrovata passione per l’home cookingche hanno caratterizzato l’anno appena trascorso e che continueranno a essere protagoniste nel 2021[1].

Il progetto si lega poi perfettamente al trend ascendente che ha caratterizzato l’anno appena trascorso: tra gennaio e marzo 2021, infatti, il mercato delle birre Premium e Super Premium ha continuato a crescere in maniera eccezionale, con un incremento a valore rispettivamente del +23% e +36%[2]. Nello stesso periodo, anche Birra Leffe è cresciuta a valore del +55%[3], testimoniando ancora una volta un tasso superiore per entrambi i mercati di riferimento precedentemente citati.

Siamo molto felici di aver dato vita all’iniziativa “Raddoppia il Gusto – Cucina a fianco di Chef Borghese” e di poter supportare Banco Alimentare, in un percorso valoriale che pone al centro le persone” – afferma Arnaud Hanset, Country Director di AB InBev Italia- “Mai come ora, infatti, risultano fondamentali le piccole gioie, quelle provenienti ad esempio dalle ricette della tradizione italiana (unite per l’occasione a un’ottima birra Leffe). Molto importante è anche il concetto di “stare insieme” in totale sicurezza e questo progetto risponde perfettamente a questa necessità. Inoltre, fin dalle origini la generosità rappresenta per Leffe un elemento imprescindibile: i monaci dell’abbazia di Leffe (Belgio) accoglievano infatti i pellegrini con una bevanda ritemprante: l’omonima birra, appunto. Di conseguenza, in un momento storico come quello attuale, per noi è risultato davvero naturale offrire tutto il nostro sostegno a una delle più importanti Onlus operanti In Italia”

“Il supporto di Leffe risulta importantissimo in questo momento, – afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus – “Grazie al loro impegno riusciremo infatti a portare, attraverso le strutture caritative convenzionate, un aiuto concreto a molte famiglie che versano in situazione di difficoltà. Stiamo purtroppo vivendo un periodo molto complesso ed è necessario unire le forze nella generosità per stare accanto a chi ha più bisogno.”

Leffe è considerata, ancora oggi, una delle poche birre d’abbazia esistenti al mondo. La sua storia inizia del 1240, quando i monaci di Notre Dame de Leffe iniziarono a fabbricare birra per offrirla ai pellegrini di passaggio. Con il passare dei secoli la produzione aumentò e si adeguò ai tempi, ma lo spirito di Leffe è rimasto immutato: ancora oggi, offrire una Leffe – nel suo iconico calice – è un simbolo di benvenuto!
Tutte le informazioni www.Leffe.it

Anheuser-Busch InBev è una società quotata (Euronext: ABI) situata a Lovanio, in Belgio, con quotazioni secondarie nella borsa del Messico (MEXBOL: ANB) e del Sudafrica (JSE: ANH), e con American Depositary Receipts quotati sul mercato azionario di New York (NYSE: BUD).
Il sogno di AB InBev è quello di unire le persone per un mondo migliore. La birra, il social network originale, unisce le persone da migliaia di anni. AB InBev si impegna a costruire brand che rimangono nel tempo e a produrre le migliori birre usando materie prime di qualità. Il gruppo ha un portfolio diversificato di oltre 500 brand, che comprende marchi globali come Bud®, Corona® e Stella Artois®; marchi multi-paese come Beck’s®, Castle®, Hoegaarden® e Leffe®; e marchi locali come Aguila®, Antarctica®, Bud Light®, Brahma®, Cass®, Cristal®, Harbin®, Jupiler®, Michelob Ultra®, Modelo Especial®, Quilmes®, Victoria®, Sedrin® and Skol®.
Il patrimonio di AB InBev nella produzione di birra risale a oltre 600 anni fa e spazia attraverso interi continenti e generazioni. Dalle radici europee, al birrificio Den Hoorn di Lovanio, in Belgio, allo spirito pionieristico della Anheuser & Co Brewery di St. Louis, negli USA, alla creazione della Castle Brewery in Sud Africa durante la corsa all’oro di Johannesburg, a Bohemia, il primo birrificio in Brasile.
Grazie alla localizzazione geografica diversificata e a una presenza bilanciata tra i mercati sviluppati e quelli in via di sviluppo, AB InBev può far leva sulle capacità dei suoi circa 175.000 dipendenti situati in circa 50 diversi Paesi. Nel 2018 AB InBev ha raggiunto un fatturato di 54,6 miliardi di dollari (escluse joint venture e consociate).
Per ulteriori informazioni su AB InBev, visitare il sito www.ab-inbev.com

 

[1] (il 42% degli italiani appartenenti alle fasce più alte di reddito ha infatti dichiarato che spenderà più tempo ai fornelli3) 

[2] Fonte dati: Nielsen

[3] Fonte dati: Nielsen

Articolo precedenteTrieste. “ShorTS International Film Festival 2021” | dal 1 al 10 luglio
Articolo successivoGrado | Gorizia. Divina Laguna, sulle tracce di Pasolini e Maria Callas a Grado