educare
Educare

Aosta. La Presidenza della Regione e l’Assessorato dell’istruzione e cultura comunicano che, anche per l’anno scolastico 2013-2014, si svolgerà l’iniziativa Percorso della legalità 2013/2014. In settimana facciamo il pieno di…legalità in sicurezza, realizzata in collaborazione con la Presidenza del Consiglio regionale, il Comune di Aosta e il Sindacato autonomo di Polizia – SAP.

Il percorso ricco e articolato sarà inaugurato lunedì 21 ottobre 2013 alle ore 10,00 al Teatro Giacosa di Aosta.

Le numerose attività previste comprendono incontri di formazione, informazione, sensibilizzazione rivolti agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado con l’obiettivo di condurre i giovani partecipanti a una riflessione guidata in tema di incidenti stradali, attraverso il supporto di video e di testimonianze e proseguiranno, nel corso dell’intero anno scolastico, con interventi della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nelle scuole.

Momenti essenziali dell’iniziativa, le visite didattiche di lunedì 28 ottobre 2013 e lunedì 25 novembre 2013 alla Cascina Caccia di San Sebastiano da Po, bene confiscato alla mafia e di mercoledì 23 ottobre, mercoledì 20 novembre, mercoledì 18 dicembre 2013 all’Ospedale e Centro di recupero e di rieducazione funzionale G.Verd di Villanova sull’Arda, considerato oggi uno dei migliori centri di riabilitazione fisica e motoria a seguito di incidenti stradali.

Sono previsti inoltre 7 incontri, a partire da ottobre, alla Casa circondariale di Brissogne, dove gli studenti si confronteranno con la testimonianza di alcuni detenuti, su temi quali la microcriminalità e l’utilizzo delle sostanze stupefacenti connesso agli incidenti stradali, nonché la guida in stato di alterazione psico-fisica e azioni punitive, a cui seguiranno momenti di approfondimento con il referente SAP Massimo Denarier e con il referente dell’Assessorato dell’istruzione e cultura Laura Ottolenghi presso le strutture scolastiche.

teatro giocosaCome ogni anno gli studenti valdostani realizzeranno il manifesto, affisso in numerose città italiane ed estere, in occasione del Memorial Day, manifestazione internazionale che si terrà nel mese di maggio 2014, per non dimenticare le vittime del terrorismo, della mafia, del dovere e di ogni forma di criminalità, insignita negli ultimi sette anni della Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana.

«In questa iniziativa – spiega il Presidente della Regione Augusto Rollandin – abbiamo sempre creduto, perché disegna in modo molto appropriato l’immagine di un corpo dello stato, preposto alla tutela dell’ordine pubblico, impegnato in prima fila in un ruolo che non si esaurisce nella fase repressiva ma diventa protagonista della prevenzione e dell’educazione alla cittadinanza. Non dimenticare significa anzitutto continuare a discutere, a parlare con i giovani per trasmettere i valori di cui gli uomini e le morti in servizio, che doverosamente celebriamo, sono stati eroici portatori.»

«Educare alla sicurezza – dichiara l’Assessore all’istruzione e cultura, Joël Farcoz – significa portare il giovane a creare dentro di sé atteggiamenti di responsabilità, autocontrollo, esame di realtà, valutazione del rischio e coscienza dei propri limiti.

Con questa edizione del “Percorso della legalità” – conclude l’Assessore – vogliamo sviluppare negli studenti la consapevolezza che la sicurezza non è un concetto astratto,ma una presa di coscienza progressiva, quotidiana, che deve mettere radici profonde in ognuno di noi per dare vita poi a comportamenti di equilibrio e di rispetto, funzionali al bene del singolo e della comunità».