Aspettare con calma b
Aspettare Con Calma B

Vogliono tutto e subito, così mi sembrano certe persone dal loro frenetico atteggiamento simili alle palline del flipper. Non hanno la  pazienza di attendere, di lasciar scorrere gli eventi con calma, di lasciare al corso delle cose i giusti tempi. Ma la frenesia del tutto e subito, penso che li si si ritorce contro. Se ottengono cosa vogliono senza sacrificio e passione rischiano di fare subentrare immediatamente la noia. Se invece non riescono ne fanno un dramma e quasi quasi mi addossano la colpa.

Queste persone non possono viaggiare con sentimenti a corrente alternata, a giorni simpatici e a giorni antipatici e scorbutici. Quando poi vogliono piacere per forza, rischiamo di diventare  antipatici a vita. Personalmente spesso perdo la  pazienza, perché la mia mente è costantemente proiettata verso il futuro. Al contrario, provo ad assumere consapevolezza di ogni singolo momento della mia vita, vivendo bene il presente lasciando ad altri  fantasie di gloria futura, vaneggiamenti irrealistici. In spagnolo aspettare si dice “esperar” , perché in fondo aspettare è anche sperare ed il  bello sta proprio nella lentezza della creazione, nelle piccole cose, nei minimi gesti. Se si costruisse la casa della felicità, la stanza più grande sarebbe la sala d’attesa. Ma troppe volte chi vuole tutto e subito non se ne accorge.

Mi viene sempre da pensare all’atleta paziente che non  procrastina una decisione perché insicuro, bensì perchè capisce che non è ancora il momento giusto, e allora non si fa prendere dalla voglia di avere tutto subito col rischio di non ottenere nulla. Nella vita dobbiamo essere simili al campione che con la calma coglie la tempistica perfetta e ottiene il massimo risultato, insomma, ogni giorni cerco di esercitarmi nell’arte di  saper attendere per ottenere grandi risultati. Non mi stanco mai di aspettare perché il giorno più bello della mia vita può arrivare domani e lascio sornione che il ragno continui a tessere la sua tela.