IPCmethod 115x60 logo Synlab  115x60 omeopatia115x60 IEO ricettebenefibra115x60

Alimentazione: può aumentare le difese e combattere l'influenza

Evelina Flachi

di Evelina Flachi

Contro l’influenza è possibile intervenire anche con l’alimentazione quotidiana variata equilibrata ricca di vitamina C, che aiuta a tornare in forma e al tempo stesso aumenta le difese immunitarie dell’organismo. Gli sbalzi di temperatura indeboliscono le difese immunitarie dell’organismo e favoriscono l’insorgere dell’influenza. Il nostro apparato respiratorio è protetto da una patina di muco che viene “distribuita” da piccole ciglia che si bloccano quando il freddo arriva all’improvviso. Senza “rivestimento”, gola e polmoni sono esposti all’attacco di virus e batteri. Soprattutto durante la stagione invernale è facile venire a contatto con questi microrganismi perché le basse temperature portano a cercare spazi riparati e chiusi, dove la vicinanza con altre persone favorisce il contagio. Il nostro organismo è però dotato di anticorpi che possono scacciare le malattie sul nascere. Affinché gli anticorpi del sistema immunitario funzionino al meglio, è bene seguire una corretta alimentazione quotidiana ricca di agrumi ma anche di cavoli, prezzemolo e rucola: sono tutti alimenti ricchi di vitamina C, che attiva il sistema immunitario e migliora l’irrorazione sanguigna dei tessuti. La zucca e i cachi forniscono invece betacarotene, precursore della vitamina A, anch’essa utile per potenziare le difese immunitarie. La carne e il pesce sono fonti di zinco, indispensabile per la produzione degli anticorpi. Una corretta dieta quotidiana è quindi un rimedio naturale contro l’influenza anche per recuperare la disidratazione da febbre e sudorazione. Per questo non facciamoci mancare il tradizionale brodo di pollo o di verdure passate (da evitare se abbiamo problemi intestinali ) ricchi di minerali e sostanze utili al recupero energetico anche quando si hanno problemi di mancanza di appetito. Possiamo inserire anche centrifugati o estratti di frutta e verdura che possono arricchire la giornata di antiossidanti utili contro raffreddore e tosse arricchiti di zenzero o curcuma. Inoltre non facciamoci mancare alla sera una tisana calda o un bicchiere di latte con miele di eucalipto utile a fluidificare e lenire le mucose infiammate!!!

dieta anti-influenza

Alimentazione e difese immunitarie

Per proteggere adeguatamente l’apparato respiratorio è indispensabile prestare attenzione all’alimentazione e preferire bevande calde, brodi, minestroni e zuppe, frutta e verdura cruda e cotta. Non far mai mancare nella dieta, oltre a quelli già citati, alimenti ricchi di vitamina C, come verdura a foglia verde, peperoni, arance, mandarini, kiwi. Nella dieta vanno inseriti anche i legumi per fare un “carico” di vitamina B e di sali minerali come zinco, manganese e rame, che hanno un’azione di rinforzo delle difese naturali dell’organismo. Oltre agli agrumi, esistono molti altri cibi capaci di aiutarci a tenere alla larga i malanni stagionali contrastando virus, batteri e sintomi dell’influenza. Ne descriviamo qualcuno con sue proprietà:

Cavolfiori

 

 

cavoli: sono ricchi di fibre che regolano l’intestino, contengono vitamina C, vitamina A e altri an­tiossidanti,

CURCUMA polvere

curcuma: spezia con proprietà protettive ed antiossidanti utili a contrastare l’aumento dei radicali liberi e quindi utile a rafforzare il sistema immunitario. Può essere aggiunta allo zafferano per                                                                                                    rafforzarne le proprietà,

peperoncino

peperoncino: se si avverte un inizio di raffreddore, il peperoncino usato nella preparazione dei piatti è un rimedio naturale, perché fluidifica il catarro; in più, il peperoncino attiva la circolazione e ottimizza l’attività delle difese immunitarie,

prezzemolo e rucola

rucola e prezzemolo: sono ricchi di vitamina C, anche se non si vede il tipico colore arancio che è coperto dalla clorofilla; nella dieta quotidiana è meglio usarli sempre a crudo: la vitamina C, infatti,                                                                                                con il calore si disperde,

zucca e cachi

 

zucca e cachi: apportano betacarotene precursore della vitamina A, necessaria per ac­celerare l’attivazione del sistema immunitario.

 

CONTRO L’INFLUENZA ADOTTARE REGOLE DI “BUON SENSO”

Per prevenire febbre, raffreddore, cefalea (mal di testa), mal di gola e tosse, si possono seguire alcune regole di “buon senso”, adatte per fronteggiare i mali di stagione dei mesi più freddi dell’anno. Eccone alcune:

  • indossare tessuti che non disperdano il calore del corpo: il cotone o la seta sulla pelle e sopra la lana;
  • utilizzare indumenti non comprimenti o troppo attillati per evitare la fastidiosa sensazione di freddo e consentire la migliore circolazione sanguigna a livello cutaneo;
  • proteggersi da freddo e vento con sciarpe, guanti, cappelli, evitando gli sbalzi di temperatura;
  • vestirsi “a strati” quando si esce: è così più facile escludere una parte degli abiti entrando in luoghi riscaldati;
  • curare l’alimentazione, avere regolarità negli orari dei pasti e nella giusta quantità di sonno;
  • svolgere un’attività fisica quotidiana, seppur moderata, aiuta a rinforzare le difese immunitarie dell’organismo;
  • lavarsi spesso le mani soprattutto dopo aver frequentato nei luoghi affollati ove  si moltiplicano le occasioni di contagio dell’influenza.
Condividi
comments

Salute