consegna borse di studio Terme di Riolo
consegna borse di studio Terme di Riolo

 

8 borse di studio, della prima edizione in memoria di “Gino Pasotti”.

Terme di Riolo e il Rotary Castelbolognese Romagna Ovest

consegnano le 8 borse di studio della prima edizione in memoria di “Gino Pasotti”, a ragazzi meritevoli dell’Istituto Alberghiero di Riolo Terme.

Alla cerimonia di consegna, alla Sala Murri del Grand Hotel delle Terme di Riolo, hanno presenziato l’amministratore delegato del gruppo Padusa Spa a cui le Terme di Riolo appartengono, Andrea Spalla, il presidente del Rotary, Ivan Farolfi, la preside dell’alberghiero Iole MatassoniFabio Salvatori docente dell’istituto alberghiero che ha seguito le selezioni dei ragazzi, la nuova sindaca di Riolo TermeFederica Malavolti e Alfonso Nicolardi sindaco uscente, tanti genitori, soci rotariani e docenti.

“Questo evento”, ha detto Andrea Spalla rivolgendosi agli studenti, “è un’occasione davvero rara perché sono riuniti qui tutti gli attori del territorio – scuola, impresa, amministrazione pubblica, associazionismo – una bella sintonia che configura la possibilità che ci sia un ambiente sano e un futuro buono per voi”  “Abbiamo voluto fortemente queste borse di studio insieme alle Terme di Riolo”, ha ricordato Ivan Farolfi, “proprio per ricordare Gino Pasotti, socio onorario del nostro club, Gino era molto legato al territorio e sempre disponibile ad aiutare”.

I ragazzi meritevoli, che hanno ricevuto la borsa di studio sono:

  1. PIRAZZOLI MILA della 2D
    2.     FABBRI MARIA TERESA della 2E
    3.    COLARIETI ELIA 3E
    4.    SAJAL ASTER 3E
    5.    EDIO EDWARD OSAGHENOMA 4D
    6.    RONTINI ANDREA 4B,

     7.    IANNETTONE SIMONE 5B
    8.    FAYE EVA 5E

Ha condotto la serata, Gian Marco Lanzoni, storico direttore delle Terme di Riolo che ha ricordato “questa è la prima edizione in memoria di Gino Pasotti che inaugura la serie di iniziative per i prossimi anni”.

Nella foto gli 8 studenti premiati insieme alla sindaca Federica Malavolti, Andrea Spalla, Ivan Farolfi, Iole Matassoni e Fabio Salvatori.