Gianluigi Nuzzi Vaticano
Gianluigi Nuzzi Vaticano

 

Tra gli eventi più partecipati del Salone restano quelli che toccano i grandi nodi della vita civile, partire da quello delle concentrazioni editoriali che sarà dibattuto venerdì 13 in un incontro introdotto dal professor Michele Polo della Bocconi, con Giuseppe Laterza, Antonio Sellerio, Bruno Mari di Giunti e la libraria Francesca Boragno. Titolo: Grandi perché?

Salvatore Settis affronta la questione del buono e cattivo uso dei beni culturali, partendo dal caso controverso dei Bronzi di Riace (con Carmelo Malacrino, direttore del Museo di Reggio di Calabria). Di cultura, arte e paesaggio Giovanni M. Flick discute venerdì con lo stesso Settis, che con Gustavo Zagrebelsky prende una posizione netta sulla a controversa riforma costituzionale oggetto del referendum d’autunno (sabato).

Venerdì il confronto su cosa significhi veramente l’accoglienza, curato dalla Regione Lazio, con Maurizio Ferraris, Lidia Ravera, Igiaba Scego e Guido Viale. Un futuro possibile che preveda l’inclusione e il multiculturalismo è al centro del dialogo tra Michela Murgia e Cecilia Strada.

Le malefatte della finanza sono al centro degli incontri con Leonardo Becchetti, che nel suo nuovo libro Minimum Fax indica vie inedite per introdurre nei sistemi economico-finanziari valori di giustizia ed equità. Esplicitamente provocatorio il titolo del libro di Fabio Innocenzi, Sabbie mobili. Esiste un banchiere perbene? (Codice). Ne discutono Gad Lerner, Pietro Modiano, Domenico Siniscalco.

Salone Internazionale delLibro Torino

Marco Boatti ci propone un viaggio in un’Italia che non ha paura, si mette alla prova e affronta i cambiamenti. Paul Ginsborg discute con Sergio Labate su come ritrovare la passione della politica spogliandoci degli stessi comportamenti che addebitiamo agli altri. Donatella Campus analizza con Ilvo Diamanti e Cesare Martinetti gli stili di comunicazione dei leader nelle democrazie d’oggi, sempre più mediatizzate. Le tensioni famigliari, esemplate su storie vere, sono al centro del nuovo libro di Melita Cavallo (Laterza), mentre Maria Rita Parsi analizza le fragilità maschili (Mondadori).

Il linguaggio innovativo e diretto di Papa Francesco è al centro delle analisi di Eraldo Affinati, mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei e Giovanni Gobber, introdotti da Guido Oldani, nell’evento organizzato da Avvenire e coordinato da Alessandro Zaccuri. Il nuovo libro di Domenico Quirico, Esodo, ricostruisce su conoscenze dirette la storia e i percorsi dei migranti che muovono verso l’Europa.

Al Lingotto anche due dibattiti sulle clamorose indagini sui segreti del Vaticano di Gianluigi Nuzzi (con Peter Gomez e Nadia Toffa, Chiarelettere) e Emiliano Fittipaldi (con Corrado Formigli, Feltrinelli): un giornalismo d’inchiesta che è finito sotto accusa, in Vaticano e in Italia. Laterza pubblica un libro postumo di Luciano Gallino che propone un’uscita dell’Italia dall’euro ma non dall’Unione europea. Ne discutono Paola Borgna, Marco Revelli e Gustavo Zagrebelsky.

Leggi anche:

Visioni

Mostre

Cultura araba

Ospiti nazionali e internazionali

Attualità

Salone by night

Ricorrenze

Altre news