FORCHIR
Forchir

Sauvignon “Soresere” Forchir 2015: 

i profumi inimitabili di un terroir unico, le Grave, per un vino  da gran premio. Camino al Tagliamento, 16 febbraio 2016. Un grande vino capace di chetare le bizzarrie di un inverno anomalo grazie ai profumi inimitabili che solo un terroir unico può dare. È il Sauvignon Soresere di Forchir che forte della splendida vendemmia 2015 promette di superare i grandi risultati della precedente. Frutto di un terroir sassoso di derivazione alluvionale, capace di grandi escursioni termiche, il Sauvignon Soresere nasce da una pressatura soffice e da una fermentazione controllata a 18° in assenza di solfiti. Maturato in vasche d’acciaio inox, si presenta con un colore giallo paglierino chiaro. I suoi profumi, fini e freschi, ricordano la frutta esotica e il melone, per restituire un gusto aromatico, delicato e asciutto.    Valorizzatore assoluto dell’altro patrimonio friulano, il prosciutto crudo di San Daniele, è un vino perfetto per accompagnare pesce di scogliera, carni bianche e le più classiche zuppe della stagione. Chiaramente diventa un superbo aperitivo se gustato solo.  Da ricordare che la vendemmia 2014 del Sauvignon Soresere ha ricevuto la medaglia d’oro al Concours Mondial du Sauvignon. La Guida Vini de l’Espresso l’ha inserito nella Top 20 per il rapporto qualità prezzo e il Gambero Rosso gli ha assegnato l’Oscar Berebene 2016 per il rapporto qualità/prezzo. Forchir, fondata agli inizi del Novecento e oggi interamente di proprietà della famiglia Bianchini, è un’azienda particolarmente attenta alla qualità delle uve, alla sostenibilità della produzione e del prodotto finale l’etichetta Forchir presenta vini dalle caratteristiche inimitabili. A sostenerli una politica rigorosa di riduzione dei solfiti, il controllo assoluto dei trattamenti, l’attenzione maniacale ai cicli e ai bisogni della natura. 

E’ una cantina completamente  carbon free considerata tra le 20 più innovative d’Italia.

 

Forchir Viticoltori in Friuli

PR: Unidea/STILO: Alessandro Montello