Daniele Biacchessi
Daniele Biacchessi

CON “IL PAESE DELLA VERGOGNA”, DI DANIELE BIACCHESSI

PARTE IL 19 OTTOBRE 2013 IL CICLO “LA LEGALITÀ A TEATRO”

Fino al 14 dicembre, quattro spettacoli per non dimenticare.

Milano, Auditorium di via Valvassori Peroni

Milano, 3 ottobre 2013 – Con “Il Paese della Vergogna”, di Daniele Biacchessi, parte sabato 19 ottobre, alle ore 21, all’Auditorium di via Valvassori Peroni, il ciclo “La città dei narratori – La legalità a teatro”, progetto dell’associazione Arci Ponti di Memoria e di Luca Maciacchini che si articola in quattro spettacoli per non dimenticare, oltre a testimonianze, presentazioni di libri e dibattiti sull’antimafia a Milano e in Italia.

“Legalità è una parola affascinante quanto abusata, commenta Daniele Biacchessi, giornalista, autore e interprete teatrale, presidente dell’Associazione Ponti di Memoria, sul cui reale significato pochi si soffermano a riflettere: in un momento in cui molte  parole sembrano avere perso il loro significato pratico o, per dirla con Gianrico Carofiglio, sono state manomesse, noi sentiamo il bisogno di di riportare alla luce un concetto che non può e non deve essere appannaggio di pochi; attraverso l’arte del teatro e della musica, proponiamo un percorso di narrazioni esemplari, storie di personaggi che si rivelano eccezionali solo perché è diventato normale quello che normale non dovrebbe essere, storie di mafia ma anche di coraggio, tragedie ma anche speranze, perché anche la parola normalità assuma, domani, un significato nuovo, sinonimo di quella legalità da cui noi, oggi, vogliamo ripartire”.

Daniele Biacchessi, accompagnato dai Gang, racconta le stragi che hanno insanguinato l’Italia dal 1944 al 1993, dal punto di vista degli esiti giudiziari. Trovati i colpevoli? A che punto sono le indagini? Sant’Anna di Stazzema, Marzabotto, Portella della Ginestra, Piazza Fontana, Piazza della Loggia, treno Italicus, stazione di Bologna… Le stragi impunite viste dalla parte delle vittime. L’Italia delle verità negate. E ancora, com’era avere vent’anni, con le storie di Fausto e Iaio, Piero Bruno e dei cinque anarchici del Sud. I delitti di mafia, con Peppino Impastato, Falcone e Borsellino, don Puglisi, Libero Grassi. “Il Paese della Vergogna” contiene flash, racconta circostanze, dà volti a nomi e personaggi, ne colora i contorni, infonde e intreccia emozioni, ma soprattutto sollecita la coscienza civile, quella che parla di altri ma che si riferisce a noi stessi. Ci sveglia da una letargia profonda e pericolosa, ci scuote e ci invita a meditare. Uno spettacolo sulla cronaca nera e giudiziaria, ma soprattutto una testimonianza appassionata dalla parte delle vittime, dei loro familiari e di chi ancora aspetta che sia fatta giustizia.

Il calendario degli appuntamenti prevede il 26 ottobre, alle 21, la presentazione evento del libro “I narratori della memoria” con Massimo Priviero, Ezio Guaitamacchi, Elena Invernizzi, Claudio Fucci, Daniele Biacchessi: il 16 novembre, alle 21, “Giorgio Ambrosoli”, di Luca Maciacchini con la partecipazione straordinaria di Umberto Ambrosoli; il 14 dicembre, alle 21, “Quel giorno a Cinisi”, storia di Peppino Impastato, di Daniele Biacchessi, Giovanni Impastato e Umberto Santino, con Daniele Biacchessi e Gaetano Liguori, e, alle ore 22,30 “Nomi, Cognomi e infami”, storie di mafia raccontate da Giulio Cavalli, oltre alle testimonianze di David Gentili e Davide Salluzzo.

Daniele Biacchessi è giornalista e scrittore, caporedattore di Radio24. Premio Cronista 2004 e 2005 per il programma Giallo e nero. Premio Raffaele Ciriello 2009 per il libro Passione reporter. Premio Unesco 2011 per lo spettacolo Aquae Mundi con Gaetano Liguori. Ha pubblicato decine tra libri, prefazioni e interventi. Tra quelli più conosciuti La fabbrica dei profumi (Baldini & Castoldi, 1995), Fausto e Iaio(Baldini & Castoldi, 1996), Il caso Sofri (Editori Riuniti, 1998), L’ultima bicicletta. Il delitto Biagi (Mursia, 2003), Il Paese della vergogna(Chiarelettere, 2007), Orazione civile per la Resistenza (Promomusic, 2012), Enzo Tortora, dalla luce del successo al buio del labirinto (Aliberti, 2013).

Ufficio Stampa Daniele Biacchessi, c/o Studio Giorgio Vizioli & Associati Milano