Valore del Made in Italy 6 ragioni

C’è un antico detto che consiglia di innamorarsi in Francia, di guidare macchine tedesche e di indossare abiti italiani. Certo, si tratta di stereotipi, ma i luoghi comuni contengono sempre qualche verità. E il Made in Italy è una delle poche certezze del nostro paese, e le nostre eccellenze fanno il giro del mondo a portare in alto il nome e il prestigio dell’Italia. L’artigianato nostrano e un vanto oltre che un settore trainante della nostra economia. Basta pensare ai giganti della moda che vestono le star del cinema e dello sport, ai prodotti ambiti del settore enogastronomico, sino ad arrivare a al top con marchi Ferrari e alla Lamborghini, status symbol per eccellenza e sogno proibito di molti. Ma chi dice che la qualità debba essere per forza accompagnata da costi esorbitanti? I prezzi Poltronesofà per il 2021 lo testimoniano. L’azienda forlivese produce articoli di qualità tipici della tradizione artigiana italiana e a prezzi convenienti.

Qualsiasi sia il settore coinvolto, ecco i motivi per cui una produzione del Made in Italy ha un valore specifico più alto rispetto a qualsiasi altro prodotto realizzato altrove.

  1. I materiali usati sono il meglio che si possa desiderare.

Il discorso può essere applicato a tantissimi tipi di materiale usato per la creazione di capi d’abbigliamento d’alta moda, ma è ancora più vero per le pelli. Il processo di lavorazione dell’industria conciaria italiana è rinomato in tutto il mondo, e ha la capacità di rendere la pelle durevole a allo stesso tempo fine, morbida e sofisticata. E visto che ci siamo non possiamo non soffermarci sulla lana, quella lavorata al nord del paese, che non viene caricata di sali e di minerali, e non ha quella sorta di pellicola che ne condiziona l’aspetto e feeling al tatto.

  1. Gli artigiani italiani ci mettono passione

Il lavoro dei maestri artigiani italiani è tecnicamente inappuntabile, ma è anche accompagnato da una passione capace di rendere le singole creazioni uniche. Un abito, un paio di scarpe, o qualsiasi altro oggetto fatto a mano richiede ore e ore di lavoro scrupoloso per ottenere una vestibilità e una qualità che non possono essere paragonate alle produzioni di tipo industriale.

  1. Un capo di alta modo italiano fa tendenza

Giorgio Armani a suo tempo ha letteralmente reinventato il concetto di abito da uomo. Ma ogni anno i protagonisti della moda ideata in Italia si spingono sempre oltre per rimanere all’avanguardia e per dare nuovi stimoli e creare nuove tendenze, capaci di attirare le scelte degli amanti dei capi di qualità.

  1. Lo stile è radicato nella nostra cultura

Il patrimonio artistico italiano non ha pari in tutto il mondo. Questo è un dato di fatto. I capolavori dei più grandi sono nel corredo genetico dei protagonisti del Made in Italy, caratterizzati da uno spiccato spirito creativo e guidati dal buon gusto per arrivare a creazioni memorabili e senza tempo.

  1. Alcuni brand sono hanno scritto la storia del proprio settore

Alcune firme storiche del Made in Italy esistono da secoli e in certi casi esistevano già prima che l’Italia diventasse una nazione. Si pensi a Zegna, un brand che è arrivato ormai alla quindicesima generazione, o Vitale Barberis Canonico, azienda che produce lana a Biella sin dal 1700. Storie di professionalità che hanno fatto grande il settore produttivo italiano portandolo sui livelli di eccellenza assoluta.

  1. La longevità è assicurata

Le produzioni italiane di qualità hanno una longevità che ne permettono un utilizzo per molti anni a venire. Le tendenze vanno e vengono e nuovi materiali aprono nuovi scenari e nuove possibilità, ma il vintage è sempre alla moda, e avere un capo di qualità da rispolverare, permette di fare affidamento su soluzioni di classe da sfoggiare a testa alta in faccia ai trend del momento.