CIOFFI (© Lorenzo Piermattei)
CIOFFI (© Lorenzo Piermattei)

“FUOCHI D’ARTIFICIO”

il nuovo singolo di  CIOFFI

In tutti i digital store

Fuori in radio e nei digital store FUOCHI D’ARTIFICIO il nuovo singolo di CIOFFI. 
Il cantautore salentino torna con un nuovo brano dopo aver ricevuto, con il singolo di debutto “Anima Fragile” un racconto musicale profondo e intimo, un’ottima accoglienza della critica. 

Fuochi d’artificio è una dedica d’amore, un messaggio di forza e speranza a tutte quelle persone che parlando con loro stessi combattono con l’incertezza, i dubbi del domani, non si sentono abbastanza e sono perennemente alla ricerca della felicità.

Ognuno di noi è speciale a modo proprio, è la chiave per vincere è nascosta dentro di noi – racconta Cioffi. Ognuno vale, ognuno ha dei fuochi d’artificio dentro che non deve avere paura di mostrare. Nel brano associo la forza, la bellezza di una persona con delle immagini nel ritornello, come i fuochi d’artificio a Capodanno e la campanella l’ultimo giorno di scuola. È la bellezza delle piccole cose il segreto della felicità”.

Andrea Cioffi, in arte CIOFFI, nasce a Galatina (Lecce) il 3 Luglio 1996. Cantautore salentino di 24 anni, si affaccia allo studio della chitarra fin da adolescente. La passione per la musica lo spinge, altresì, a prendere lezioni di canto e ad approcciarsi, da autodidatta, allo studio di uno secondo strumento musicale, il pianoforte. Portatore di uno stile, una combinazione tra pop e cantautorato classico italiano, senza disdegnare qualche sfumatura rap, Cioffi è autore e compositore delle sue canzoni. Notato e apprezzato da alcuni Artisti, Cioffi ha la possibilità di salire sul palco, in qualità di opening act di nomi quali Fabrizio Moro (Parole rumori e anni Tour, Figli di Nessuno Tour); Le Vibrazioni (Cosi Sbagliato Tour); Antonio Maggio e Pierdavide Carone (Diamoci del Tour). A maggio 2020, esce il primo singolo “Anima Fragile”. Attualmente Cioffi sta lavorando alla produzione del suo primo album.

Articolo precedenteAl rapper Clementino la tessera n.10 di Milano Azzurra
Articolo successivo“La cura non ha età”: intervista a Roberto Persiani, Presidente EuropaColon Italia