Nell’ambito delle Giornate Europee del Patrimonio 2020,

A Triora in provincia di Imperia in  Liguria, nei giorni scorsi, sono stati presentati i restauri, promossi e realizzati dalla Soprintendenza, del considerevole patrimonio artistico conservato nell’antica chiesa della Madonna della Montà di Molini di Triora, consistente nelle pitture murali dipinte dal piemontese Antonio da Monteregale.

Quest’opera unica, firmata dall’artista e datata 1435, è costituita dalla scena della Crocifissione, di un finto polittico e della volta con immagini degli Evangelisti e altri santi. Inoltre, sono stati presentati i restauri di altre opere d’arte presenti in chiesa come il grande altare ligneo del 1707, realizzato dallo scultore molinese Giovanni Battista Borgogno detto il Buscaglia e quindi il recupero di una tavola raffigurante Sant’Anna Metterza, opera inedita del pittore triorese Battista Gastaldi datata 1613.

Tutte le operazioni di restauro e di studio sono contenute in una pubblicazione, curata da Alfonso Sista e presentata anch’essa in questa occasione.

I restauri, condotti dal Laboratorio di Riccardo Bonifacio sotto la direzione di Alfonso Sista della Soprintendenza, e la pubblicazione sono stati realizzati grazie ai finanziamenti del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, della Compagnia di San Paolo di Torino, di A.N.Co.S.-Confartigianato, del Comune di Molini di Triora, della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, della Parrocchia di San Lorenzo di Molini di Triora e di privati cittadini.

Christian Flammia
a cura di Christian Flammia