Nino Migliori

Venerdì 13 Maggio 2022, ore 18:00
ARTE FIERA, Area TALK, Bologna

Incontro sul tema:
ARTE E RESPONSABILITÀ SOCIALE

Eccellenze italiane dell’arte, del design e della produzione
presentano

“NINO”

disegnato da Michele De Lucchi con Alberto Nason
con un legno progettato da Ettore Sottsass per ALPI

All’incontro saranno presenti:

  • Michele De Lucchi, architetto e designer,
  • Luigi Ficacci, storico dell’arte, 
  • Vera Negri Zamagni, presidente della Ass. Amici della Fondazione Hospice MT.C. Seràgnoli,
  • Ascanio Kurkumelis, storico della fotografia.

Sarà presente Nino Migliori.

Nino Migliori 2

Il mobile, realizzato in un unico esemplare, contiene il libro d’artista Museum, rilegato da Sandra Varisco, con le 596 immagini della mostra di Nino Migliori “Via Elio Bernardi, 6, ritratti alla luce di un fiammifero” esposta al Museo Civico Archeologico di Bologna nel 2021.
Le foto della mostra, il libro d’artista Museum e il mobile “NINO” compongono una importante opera d’arte unica e irripetibile che verrà assegnata da doutdo a fronte di una donazione destinata all’Associazione Amici della Fondazione Hospice MT. C. Seràgnoli di Bologna.

NINO MIGLIORI inizia a fotografare nel 1948. La sua fotografia svolge uno dei percorsi più diramati e interessanti della cultura d’immagine europea. Gli inizi appaiono divisi tra fotografia neorealista con una particolare idea di racconto in sequenza, e una sperimentazione sui materiali del tutto originale ed inedita. Da una parte, nasce un corpus segnato dalla cifra stilistica dominante dell’epoca, il cosiddetto neorealismo; sull’altro versante Migliori produce fotografie off-camera, opere che non hanno confronti nel panorama della fotografia mondiale, sono comprensibili solo se lette all’interno del versante più avanzato dell’Informale europeo con esiti spesso in anticipo sui più conosciuti episodi pittorici. La ricerca continuerà nel corso degli anni coinvolgendo altri materiali e tecniche: polaroid, bleaching. Dalla fine degli anni Sessanta il suo lavoro assume valenze concettuali ed è questa la direzione che negli anni successivi tende a prevalere. Sperimentatore, sensibile esploratore e alternativo lettore, le sue produzioni visive sono sempre state caratterizzate da una grande capacità visionaria che ha saputo infondere in un’opera originale ed inedita. Autore che meglio rappresenta la straordinaria avventura della fotografia che, da strumento documentario, assume valori e contenuti legati all’arte, alla sperimentazione e al gioco. Oggi si considera Migliori come un vero architetto della visione. Ogni suo lavoro è frutto di un progetto preciso sul potere dell’immagine, tema che ha caratterizzato tutta la sua produzione. Sue opere sono conservate presso MAMbo, Bologna; Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea -Torino; CSAC-Parma; Museo d’Arte Contemporanea Pecci-Prato; Galleria d’Arte Moderna-Roma; Calcografia Nazionale-Roma; MNAC di Barcellona; Museum of Modern Art -New York; Museum of Fine Arts-Houston; Bibliothèque National-Parigi; Museum of Fine Arts-Boston; Musée Reattu-Arles; SFMOMA-San Francisco, The Metropolitan Museum of Art-New York ed altre importanti collezioni pubbliche e private.

La Fondazione Nino Migliori, costituita nel gennaio 2016, è impegnata nella tutela del profilo e dell’identità artistica di Nino Migliori, oltre alla cura e la preservazione di tutta la sua opera fotografica e non. L’obiettivo della Fondazione è la valorizzazione della figura di Nino Migliori e della sua opera in tutte le sue espressioni nel contesto della storia dell’arte italiana, in particolare nell’arte fotografica, attuata anche attraverso la gestione del catalogo delle sue opere, l’organizzazione di mostre, esposizioni, pubblicazioni, ed altre attività volte alla divulgazione delle stesse a livello nazionale e internazionale. La Fondazione inoltre promuove percorsi formativi per giovani autori in tutti i campi di manifestazione dell’arte.
www.FondazioneNinoMigliori.org   

 

Articolo precedenteFarmacie online, tutti gli esercizi autorizzati in Italia
Articolo successivoMilan Games Week & Cartoomics: dal 4 Maggio, via alla vendita dei ticket della nuova edizione