DIET
Diet

IN FORMA DOPO IL NATALE: NON E’ MAI STATO COSI’ FACILE

 

Quanti di noi possono affermare in tutta sincerità di non aver visto muoversi la lancetta della propria bilancia dalla posizione in cui l’avevano lasciata prima delle feste natalizie? Anche la persona più attenta alla linea potrebbe confermare l’evidenza che molti registrano dopo i pranzi e le cene consumati in famiglia ed accompagnati dagli “sfizi” che ci si concede durante questi giorni all’insegna del cibo: qualche chilogrammo di troppo è davvero inevitabile. Ma fortunatamente ci sono dei pratici e semplici consigli che possono riportarci al nostro precedente peso ed anzi, se osservati con costanza, possono farci registrare risultati più che soddisfacenti. Sì, perché è importante non ricorrere a quelle folli diete che promettono, eliminando generalmente qualsiasi carboidrato, di perdere tanto peso in poco tempo, perché una volta terminati i giorni di digiuno, quei chili persi tornano con facilità a farci visita, e a volte anche con gli interessi. Dunque approcciamoci al cibo in modo diverso, e convinciamoci del fatto che è un nostro alleato, non un nemico da combattere. Sicuramente una buona attività fisica aiuta a bruciare le calorie in eccesso, ma perché non provare anche a bere due bicchieri d’acqua prima di ogni pasto? Sorseggiarla a piccoli sorsi placherà la fame e ci farà sentire sazi prima. Inoltre mangiare una mela aiuta ad evitare quei cali di zuccheri nel sangue che ci portano a mangiare tra un pasto e l’altro e a fare più spuntini del previsto. Cercate di condire i piatti con spezie per insaporirli, piuttosto che con grassi aggiunti: un filo d’olio va bene, purché a crudo a fine cottura. Inoltre concedetevi una tazzina di caffè dopo i pasti, purché non zuccherato, perché la caffeina stimola leggermente il metabolismo ed aiuta dunque a bruciare di più. Il segreto è non eliminare i cibi che la dieta mediterranea prevede, ma controllarne le dosi ed i condimenti. Per gli amanti dei carboidrati: avanti con la pasta! ma attenti alle quantità e prediligete sughi semplici a base di verdure. Evitate di saltare i pasti, perché otterrete l’effetto contrario che volete raggiungere: si tenderà solo a mangiare maggiormente al pasto successivo, senza contare che il digiuno fa diminuire il dispendio di energie, e dunque mangiando meno, si consuma meno. Insomma, pasti leggeri ma a intervalli vicini, senza trascorrere troppe ore con lo stomaco vuoto. Provate a dare più importanza al vostro pasto, mangiando seduti, senza dedicarvi ad altre attività e con calma masticando lentamente ogni boccone: gli enzimi contenuti nella saliva avranno il tempo di scomporre il cibo, rendendolo più digeribile, oltre al fatto che lo riuscirete ad assaporare meglio e che questa pratica vi farà sentire sazi prima del previsto! Sì perché ci vogliono soli 15 minuti affinché lo stomaco trasmetta il messaggio “sono sazio” al cervello.

E allora, perché non tentare con questa strada?

 

Gloria Mauri